Viaggiare News
News tecnologia

Le vacanze ai tempi della sharing economy

Il 15° Barometro Vacanze Ipsos/Europ Assistance indaga sulle vacanze ai tempi dello sharing: come cambiano le abitudini degli italiani? La ricerca, realizzata da Ipsos su richiesta del Gruppo Europ Assistance, ha coinvolto un campione di 3.510 europei (francesi, tedeschi, britannici, italiani, spagnoli, belgi e austriaci) ed è stata condotta attraverso interviste telefoniche.

Cresce, in questo 2015, la voglia e la possibilità di vacanza nella maggior parte dei paesi d’Europa. Dopo tre anni di calo o di stasi, le intenzioni di vacanza per l’estate degli europei tornano a crescere: il 60% dichiara che andrà in vacanza quest’estate con un aumento di 6 punti rispetto al 2014. La crescita riguarda gli europei che dichiarano di partire una sola volta nel corso dell’estate, segno che sempre più persone – che in passato dovevano rinunciare alle vacanze – oggi possono permettersele. Gli italiani sono tra i più ottimisti con una crescita al di sopra della media europea: +8% dal 52 del 2014 al 60% quest’anno. Con la voglia di partire, si registrano anche nuovi trend nel modo in cui le persone scelgono di viaggiare: vacanza ai tempi della sharing economy significa anche scegliere il car-sharing e l’house swapping!

Il 15% degli europei dichiara di essere interessato al car sharing (nuovo indicatore). Una percentuale particolarmente alta sul target più giovane: quasi il 30% della fascia 18-24 anni e il 25% della fascia 25-34 anni. È importante notare che anche coloro che sono soliti improvvisare, decidendo la meta delle proprie vacanze all’ultimo minuto, mostrano un maggiore interesse per il car sharing (20%).

Lo scambio di casa fra privati (house swapping) durante le vacanze attira un europeo su 10. Se i giovani e le famiglie dal budget ridotto sono ancora una volta più interessati della media (rispettivamente il 23% e il 19%), anche le famiglie mostrano di ritenere questa modalità di soggiorno un’alternativa economica interessante (il 18% delle famiglie con 2 figli e il 26% delle famiglie con 3 o più figli). Anche quanti prevedono di trascorrere le vacanze in una città guardano con interesse a questa possibilità (19%).

Una tendenza che non ha preso in contropiede gli italiani che sono i più disponibili in Europa a prendere in seria considerazione le opportunità messe a disposizione dalle nuove tecnologie.

Nel dettaglio il car-sharing affascina il 20% degli italiani (contro una media europea del 15%). Mentre l’house swapping nelle intenzioni dei nostri concittadini arriva a toccare il 30% delle dichiarazioni di disponibilità. Una percentuale particolarmente elevata se si considera che in Europa la possibilità di fare house swapping in occasione delle vacanze si attesta al 13%.

Info, risultati completi del 15° Barometro Vacanze Ipsos – Europ Assistance: www.europassistance.it

Giovanni Scotti

CONDIVIDI:

Articoli simili

Lago di Ledro: sulla macchina del tempo per una notte

redazione1

Terme Merano, una scelta per la salute della persona e dell’ambiente

ugo

Al Donnafugata Golf Resort & Spa (Rg) nuovo trattamento idratante alla carruba

anna.rubinetto
Please enter an Access Token