Viaggiare News
Asia Ci siamo stati Reportage Suggeriti

Viaggio in Ladakh: alla scoperta del buddismo piu’ vero

Viaggio in Ladakh: luglio e agosto è il momento giusto!

Un viaggio in Ladakh da giugno a settembre permette di scoprire tutta la bellezza dell’altipiano, ad un’altitudine media di circa 3500 metri.

Il Ladakh è spesso definito “Il piccolo Tibet” per la similitudine dei paesaggi e per lo stile di vita degli abitanti, che praticano con convinzione il buddismo tibetano.

Il buddismo è piu’ una filosofia di vita che una religione.

Credere che, se ci si comporta bene in questa vita, ci si reincarnerà ad un livello superiore, fa si che la maggior parte delle persone mantenga uno stile di vita rispettoso dei precetti principali.

I piccoli villaggi crescono attorno ai grandi monasteri, che si stagliano sugli infiniti orizzonti.

Opere d’arte di grande valore come dipinti religiosi su stoffe e legno servivano nel passato a trasmettere i precetti ed i valori, la storia della religione, anche  a chi non sapeva leggere nè scrivere.

I rituali del buddismo sono per noi insoliti e in qualche modo misteriosi: appendere nel vento bandiere su cui si scrivono preghiere, far girare cilindri d’argento finemente lavorati, suonare campanelli, assistere a danze rituali ritmate da corni e tamburi…..tutto cio’ ci meraviglia, ci stupisce, ci affascina. I canti religiosi dei monaci buddisti del Ladakh sono stati inseriti nel Patrimonio Culturale Immateriale dell’Umanità dell’Unesco.

Alberghi semplici e cibi semplici, guide disponibili e appassionate del loro paese, ma parlanti solo semplice inglese, percorsi lunghi su strade spesso dissestate: il viaggio in Ladakh è un viaggio solo per grandi viaggiatori, disposti a sopportare qualche piccolo disagio in cambio di un’esperienza vera e genuina, non inquinata dal “tutto per tutti” del mondo globale.

Nei mesi da giugno ad agosto si concentrano i festival: la festa del monastero, un sorta di festa del santo patrono in stile locale. Danze rituali invece che processione per le vie del paese, ma con la stessa atmosfera festosa che lega indissolubilmente sacro e profano in ogni occasione di questo tipo in tutto il mondo.

Orientamenti tour operator propone il viaggio “Il Piccolo Tibet” come punto di partenza, a cui si possono aggiungere le due estensioni:  Lago Tsomoriri e  Nubra Valley, per chi desidera un viaggio completo e puo’ superare l’altitudine di 5000 m slm.

CONDIVIDI:

Articoli simili

Le Filippine si candidano come destinazione tutta da scoprire

anna.rubinetto

10 imperdibili attività per vivere a pieno la Croazia a Ferragosto

anna.rubinetto

Alle Canarie massaggi a base di Aloe vera

anna.rubinetto
Please enter an Access Token