Viaggiare News
Americhe Destinazioni

Sunshine shack, il locale trend di Anguilla

Sunshine shack, il locale trend di AnguillaSi dice che il vero viaggiatore non ritorna, perché il desiderio di esplorare nuove mete è più forte. Ma è un concetto che non vale per Anguilla, perla assoluta delle Leeward islands, nelle piccole Antille.

A Randevouz bay, nome francese in un’isola che è protettorato inglese e dove nessuno parla la lingua transalpina, Sunshine shack è il locale più cool, uno dei più conosciuti e amati da chi è passato da queste parti. E che, inevitabilmente, è tornato. Perché non solo si torna ad Anguilla, si ritorna anche a Sunshine shack.244cb04f4f5b4238ab8f0c682572b1d8

Cominciamo a spiegare le ragioni del fascino di Anguilla. Semplice: questa piccola isola dalla forma stretta e allungata, da qui il nome, racchiude in sé tutto quello che il turista cerca da una isola del Caraibi: acque turchesi, baie incantevoli, spiagge bianche lunghe accarezzate dagli Alisei, grondanti di vegetazione tropicale e di una luminosità accecante, alla quale gli occhi si abituano pian piano. Scarsamente abitata (meno di 14 mila persone) e meta di un turismo selezionato, ad Anguilla si respira altresì un’atmosfera di pace e relax che non può non catturare il turista alla ricerca delle sensazioni di una isola cast away.

Randevouz bays è l’approdo delle piccole imbarcazioni che veleggiano di isola in isola in isola in questo angolo di paradiso caraibico. Lunga quasi un chilometro e a forma di mezza luna, Randevouz bay è al tempo stesso una delle spiagge più belle di Anguilla. Sicuramente la più movimentata. E chi passa dalle parti di Randevouz bay non può fare a mano di lasciarsi catturare dalla magia del Sunshine shack, creatura di Garvey, proprietario da sempre e da sempre infaticabile animatore del locale. “Live up. Love up. Live on” è il motto del Garvey’s Sunshine shack,  locale affacciato direttamente sul mare che trasuda di storie di viaggi e di allegria. Qui i turisti sono invitati a lasciare traccia del loro passaggio autografando le pareti del locale. Rum punch è la specialità, da gustare cullati dalla musica reggae e dalle onde pacate della baia. L’arredamento del Sunshine shack è caratterizzato da sedie gialle  per prendere il sole e alcuni tavoli alti e bassi dove poter gustare l’ottimo pollo cucinato al barbecue.

Pur piccola, Anguilla vanta due spiagge considerate tra le dieci più belle dei Caraibi. Ma Anguilla non è solo mare: è anche avventura e fascino della scoperta. E’ l’Anquilla National Trust ad organizzare direttamente le escursioni. Guide professioniste, sovente acompagnate anche dagli studenti della scuola di biologia e del club ambientale, portano i turisti a scoprire le grotte Katouche e Gavannah. L’escursione al Katouche parte dal Masara Resort, situato nella baia omonima, e prosegue verso la spiaggia; da qui il gruppo viene guidato all’interno della Katouche, che è caratterizzata da una grande varietà di piante tropicali. La grotta Katouche stupisce per il forte stridio dei pipistrelli e l’ imponente fico che si eleva dal fondo della caverna verso l’alto. La seconda escursione porta i visitatori a scoprire la grotta Gavannah, che nell’800 era una fonte di fosfato e contiene alcuni resti fossili dell’Amblyrhiza Inundata, uno dei più grandi roditori noti dell’età preistorica, ormai estinto. Durante la visita, per i visitatori più avventurosi c’è la possibilità di addentrarsi a scoprire la grotta, che attraverso spazi stretti riserva molte diramazioni che conducono ad altre grotte di maggiore dimensione.

Maggiori info su: www.anguilla-beaches.com

CONDIVIDI:

Articoli simili

Nei Caraibi, l’isola di Aruba offre coste favolose e lo spettacolo unico della nascita delle tartarughe

redazione1

Volare con Air France a Minneapolis-adesso si può

redazione1

Adesso Milano e New York con Emirates sono ancora più vicine

redazione1
Please enter an Access Token