Correre in Israele nei luoghi della Terra Santa

La Mountain to valley relay race è una corsa podistica a staffetta di 215 km che si svolge nel nord di Israele. L’evento, giunto alla 8^ edizione e che tradizionalmente ha luogo nel primo periodo di luna piena dopo la Pasqua, è in calendario dal 29 aprile al 1° maggio 2015. Per la prima volta, la manifestazione  è estesa a corridori stranieri e l’organizzazione stima che a parteciparvi saranno non meno di 9 mila persone.

Il percorso si snoda dalle colline antistanti Tel-Hai per terminare a Timrat, a ovest di Nazareth. L’idea è quella di regalare ai partecipanti l’emozione della corsa, insieme alle vedute spettacolari della Terra Santa. La maggior parte del tracciato si svolge su strade sterrate. I sentieri si combinano così da offrire dei percorsi importanti per le tre religioni monoteiste: Ebraismo, Cristianesimo e Religione Musulmana. Partendo dalla statua della Roaring Lion a Tel-Hai, nel Nord, si prosegue lungo la valle del fiume Giordano settentrionale passando la riserva naturale di Hula Valley, incontrando la parte nord del mare di Galilea. Il percorso poi sale attraversando la Bassa Galilea montuosa attraversando la Valle di Jezreel nelle montagne di Menashe, il lato settentrionale del Monte Carmelo per terminare a Timrat, a ovest di Nazareth.

Nel dettaglio, la corsa è suddivisa in 24 sezioni, ognuna tra i 5 e i 14 km. Le staffette potranno essere composte da un minimo di 4 ad un massimo di 8 podisti. Sono previste sia una gara competitiva con tanto di classifica finale, che una marcia non competitiva. La corsa si svolgerà in due distinte manche: la prima partirà il mercoledì sera e si concluderà il giovedì sera; la seconda inizierà giovedì mattina e si concluderà il venerdì mattina.

L’organizzazione fornisce il supporto necessario, la vigilanza nei punti di interscambio e l’assistenza medica in ogni momento. Il percorso è segnalato in modo chiaro e facilmente individuabile, sia  di giorno che di notte.

Più informazioni ed iscrizioni:

www.mountain2valley.org/

By | 2015-03-09T10:49:24+01:00 Marzo 2015|sport, Sport&Benessere|