Destinazioni Europa

Larnaka, sport e turismo anche in inverno

Nel periodo invernale Cipro, e in particolare la regione di Larnaka, è considerata una destinazione ideale per praticare sport. Il clima mite,  l’organizzazione sperimentata e l’ambiente tranquillo costituiscono il fondamento ideale che consente agli atleti di allenarsi al meglio, così come anche di conseguire risultati probanti nelle manifestazioni in calendario. A proposito di eventi sportivi, il 2015 promette di essere particolarmente ricco. Si comincia con la Cyprus Sunshine Cup – una delle più importanti competizioni internazionali di mountain bike – in calendario tra Febbraio e Marzo. La prima gara, a tappe, è l’ Afxentia, in programma   dal 26 febbraio al 1 marzo e  che termina nel pittoresco villaggio di Lefkara, famoso per i suoi pizzi. A seguire, l’8 marzo, una gara su un percorso inedito, disegnato tra le rovine del sito di Amathus.

Sempre a Marzo, precisamente dal 2 al 15, il GSZ Stadium di Larnaka aprirà le sue porte per l’8^ edizione della Cyprus Women’s Cup, competizione di calcio femminile che si tiene ogni anno dal 2008 nei vari stadi delle cittadine cipriote. Quest’anno, la Cyprus Wonen’s Cup 2015 vedrà impegnate alcune importanti squadre internazionali tra cui Italia, Olanda, Scozia e Inghilterra.

Sport, ma anche innumerevoli attrattive in ogni stagione dell’anno, inverno compreso. Cipro, soprannominata l’isola di Afrodite per la sua incredibile bellezza, è una destinazione in grado di soddisfare i palati più esigenti. Larnaka è il capoluogo dell’omonimo distretto che si trova sulla costa Sud-Ovest. Una volta nota come Cizio, rappresenta una regione dell’isola a metà tra Occidente ed Oriente. Qui si trovano difatti alcuni importanti luoghi di culto religiosi. I cristiani si recano a Larnaka per visitare la Chiesa di San Lazzaro, l’uomo che Gesù, secondo le scritture, fece resuscitare e l’annesso Museo Ecclesiastico. Ubicata al centro di Larnaka, la Chiesa di San Lazzaro è uno degli esempi di architettura bizantina più importanti di Cipro. Fu fatta costruire dall’imperatore Leone VI che volle edificarla proprio sulla tomba di San Lazzaro. Durante il dominio ottomano la chiesa si trasformò in moschea. Qui sono state rinvenute altre tombe e sarcofagi in marmo che i turisti possono visitare. Da non perdere il Museo Archeologico del Distretto di Larnaca. Vi si trovano alcuni reperti provenienti dagli insediamenti neolitici di Tenta e di Choirokoitia. Quest’ultimo è noto per essere uno degli insediamenti preistorici più importanti di Cipro e in genere di tutto il Mediterraneo orientale. Grazie ai ritrovamenti di oggetti in alabastro ed avorio, si è potuto capire che già nell’antichità Cipro sosteneva rapporti commerciali con i paesi circostanti.

La regione di Larnaka è una delle più suggestive di Cipro per i numerosi villaggi caratteristici. Tra i più incantevoli Lefkara, dedalo di piccole strade che si intersecano, sulle quali si affacciano case in pietra dai tetti rossi fatti di antiche tegole. Questa cittadina è rinomata per i suoi pizzi, i cosiddetti Lefkaritika, e per i manufatti in filigrana d’argento. Un altro villaggio incantevole è Kiti, dove si trova la Chiesa di Angeloktisti. Al suo interno, un mosaico del VI secolo che ha come protagonisti la Vergine Maria, il Bambin Gesù e due Arcangeli. Si tratta di un’ottima testimonianza dell’arte Bizantina d’epoca Giustinianea. Di forte impatto il Monastero di Stavrovouni, abbarbicato a picco sul mare.

Il clima, mite anche in inverno a Larnaka come del resto in tutta l’isola di Cipro, favorisce la pratica dello sport e attira atleti da buona parte d’Europa. Comprensibilmente, anche il turismo invernale è gradevole. Basti pensare che a Larnaka nel mese di febbraio le temperature diurne oscillano tra i 16 e i 18 gradi centigradi. Durante i mesi invernali da non perdere un’escursione al Lago Salato per ammirare i fenicotteri, considerati la mascotte della città. Il Lago Salato di Larnaka, uno dei due dell’isola, si trova in una zona di rara bellezza e costituisce un importante habitat naturale, dichiarato area protetta. Questa zona umida è un luogo ideale per il birdwatching, in quanto fornisce cibo ed asilo a più di 80 specie di uccelli, specialmente ai fenicotteri rosa. La parola flamingo (fenicottero) deriva dal latino e significa fiamma, grazie ai colori delle ali che vanno dal rosa all’arancio. Questi uccelli migratori vivono fino a 20/30 anni, si nutrono di alghe, insetti, gamberetti di acqua salmastra, molluschi e hanno la curiosa caratteristica di stare in equilibrio su una sola gamba che permette loro di regolare la temperatura del corpo. A completare il quadro di questa bella cartolina, con le scintillanti acque del lago punteggiate dal rosa dei fenicotteri, c’è la Moschea di Hala Sultan Tekke, uno dei luoghi di culto più sacri dell’Islam, dove è custodita la tomba di Umm Haram.

Nel 2015, il Larnaka Tourism Board organizza attività gratuite quotidiane, che si protrarranno sino al 30 aprile. Un’iniziativa che sta riscuotendo enorme successo e include tour nei villaggi dell’entroterra, attività tradizionali e outdoor.

Per maggiori informazioni:

www.cyclingcy.com

www.cypruswomenscup.net

 www.larnakaregion.com/

Articoli simili

In Brasile per vedere le grandi balene

anna.rubinetto

Chioggia affascinante ed autentica

Tiziano Argazzi

Lisbona meta ideale per le famiglie. Numerose le attività pensate per i piccoli viaggiatori

anna.rubinetto
Please enter an Access Token