La Patagonia come non l’avete mai vista, a bordo delle navi da crociera Australis

La Patagonia come non l’avete mai vista, a bordo delle navi da crociera AustralisVisitare la Patagonia, una terra immensa e sconfinata che si trova tra l’Argentina e il Cile è un’esperienza intensa, che tutti gli amanti dei viaggi verso mete insolite non “devono” perdersi, perché regala emozioni a go go!

 Ma la Patagonia si può vedere, oltre che viaggiando in auto o in bus, anche a bordo delle navi da crociera Australis, che permettono di vederla da un altro punto di vista, cioè dal mare, per apprezzarne la bellezza struggente, che ci lascia senza fiato e ci fa comprendere che di fronte alle forze della natura siamo davvero piccoli…

IMG_9449

 Una crociera a bordo di Via Australis o di Stella Australis, le due bellissime navi della compagnia Australis, grazie alle escursioni che si fanno sbarcando dalle navi con gommoni equipaggiati di tutto punto, consente di navigare nei suggestivi fiordi e di ammirare veramente da vicino i meravigliosi ghiacciai della Patagonia, che assumono un delicato ed incredibile colore azzurro a causa di un effetto ottico, e di provare l’emozione di assistere al crollo di pezzi di ghiaccio che cadono nel mare sottostante, preannunciati da un forte boato e seguiti da una sorta di piccolo tsunami che va ad infrangersi sulla battigia.

IMG_9778

Altre escursioni imperdibili (tutte già comprese nel prezzo della crociera) sono: quella che porta sull’isola della Magdalena, non distante da Punta Arenas, dove si possono ammirare i piccoli pinguini di Magellano, che fanno strani versi e camminano in modo buffo, e quella al mitico Capo Horn, dove il tempo è decisivo: non sempre, infatti, si può sbarcare dalla nave, ma, se si può, non è possibile trasmettere a parole l’emozione che si prova ad arrivare sulla cima di una collina dove si trova il monumento che rappresenta un albatros stilizzato e che indica il punto più meridionale dell’America del Sud, sferzato dai venti, illuminato dal sole e colpito dalla grandine! imagesSì, perché a Capo Horn le quattro stagioni si alternano non nella giornata ma … nell’arco di pochi minuti! E’ un posto inospitale, sferzato com’è da venti che a volte raggiungono i 200 km all’ora, ma è stato dichiarato Riserva della biosfera dell’Unesco nel giugno del 2005, a causa del suo valore simbolico di territorio situato alla “fin del mundo”.

 Le navi Australis sono perfettamente organizzate, per dare agli ospiti il massimo della sicurezza durante le escursioni e il massimo del comfort quando si naviga: le cabine sono spaziose, arredate con gusto e con ampi e comodi letti e le dotazioni sono quelle di un hotel 5 stelle, dal phon alle amenities da bagno, dal capiente armadio allo spazio necessario per aprire le valigie.

IMG_9796

Vogliamo poi parlare della gastronomia? Anch’essa a 5 stelle, con giornate dedicate alla cucina di alcuni paesi, come l’Italia , il Cile, il Giappone, e menu serviti da attenti camerieri e con stoviglie eleganti e raffinate. Ce n’è davvero di che soddisfare anche i più raffinati gourmet!

IMG_9608

L’esperienza a bordo è unica, anche perché si possono fare tante amicizie con passeggeri provenienti da ogni continente e nel luonge bar, dove vengono serviti tutto il giorno le bibite e i cocktail previsti dal trattamento all inclusive, è un susseguirsi di lingue diverse, ma vi assicuro che ci si comprende benissimo!

Un esempio di itinerario effettuato dalle navi Australis:

 1º Giorno: Ushuaia.

2º Giorno: Capo Horn – Baia di Wulaia.

3º Giorno: Ghiacciaio Pia – Ghiacciaio Garibaldi.

4º Giorno: Ghiacciai Piloto e Nena – Fiordo De Agostini e Ghiacciaio Águila.

5º Giorno: Isola Magdalena – Punta Arenas.

 Per concludere, Internet addicted, siete avvisati: sulle navi la connessione non c’è, semplicemente perché si naviga ad una certa distanza dalla terraferma e quindi, per qualche giorno, dovrete farne a meno, così … il relax sarà totale!

 www.australis.com

 

Claudia Di Meglio

By | 2020-01-06T10:21:13+00:00 gennaio 2015|Ci siamo stati, Crociere, Reportage, Suggeriti|