Viaggiare News
Destinazioni sport

Nella Valle del Chiese ciaspolando sulla neve

Rapido e profondo il Chiese scende dall’Adamello serpeggiando nell’antica valle fra gole e rocce, lambendo le verdi colline e i campi coltivati della pianura fino a gettarsi nel Lago d’Idro.

 

Una incantevole conca dove si susseguono le splendide Valli Giudicarie fra cui la Valle del Chiese caratterizzata da castelli, paesi di antica origine contadina e ampie zone che mantengono viva la tradizione e la cultura di queste terre. Luoghi ideali fatti di boschi, cascate, baite e malghe valorizzati nel loro insieme dal Consorzio Turistico Valle del Chiese, dove trascorrere fantastiche vacanze invernali.

Le camminate con le  “racchette da neve” anche dette “ciaspole” rappresentano un modo facile e divertente per immergersi in un magnifico paesaggio innevato ed assaporarne tutto il fascino ed la vigorosa freschezza. Questo sport è adatto a grandi e piccoli, ognuno con il proprio passo, con il proprio ritmo, pronti a vivere un’esperienza indimenticabile in una natura solo apparentemente addormentata, segnata da tracce di animali che si possono osservare durante un’escursione, e piacevolmente sorprendente. Tra le montagne della Valle del Chiese, in particolare quelle che ricadono nel Parco Naturale dell’Adamello – Brenta, le possibilità di compiere escursioni sono davvero molte e per tutti i livelli di impegno. Una vasta scelta di escursioni si possono compiere nei mesi da dicembre a marzo anche in compagnia di esperti escursionisti locali.

Le uscite con le racchette da neve sono organizzate dalle locali Sezioni CAI-SAT e aperte a tutti, principianti ed esperti. In alcune occasioni si effettuano delle uscite  “notturne”, verso le cime e le malghe in quota sopra la valle del Chiese e le sue laterali. Si parte al  tramonto, quando le vette tutt’intorno si tingono di rosa oppure al chiarore della luna, quando la neve e il ghiaccio assumono sfumature argentee.

Gli appuntamenti “sotto le stelle”  cominciano dal 2 gennaio con la notturna in Valle di Bondone il 5 gennaio è invece in programma la 7° ”Ciaspolata Notturna dei Boniprati” Infine sabato 24 gennaio la méta è la “Malga Nova”.

L’inverno 2014-2015 è ricco di opportunità per i ciaspolatori che desiderano scoprire la neve alla luce del sole, godendosi il tepore del sole e giocando a cercare le impronte degli animali. Il calendario degli appuntamenti cominciare dal 18 gennaio con l’escursione alla Cima Tombea e il primo febbraio è l’atteso momento della splendida gita al Bait dei Caciator, da raggiungere partendo dalla malga Cengledino. Terzo appuntamento, la Cima Rive, domenica 22 febbraio, con ritrovo a Condino..

Chi invece è più allenato ed equipaggiato al punto giusto, può spingersi ancora più in alto e affrontare classiche escursioni con gli sci d’alpinismo. Durante la salita si coglie la suggestione della montagna d’inverno, gli aspetti più inediti che un passo lento permette di  osservare. E poi la dimensione di inebriante libertà che solo una discesa in neve fresca fino a valle può trasmettere. Le montagne che circondano la Valle del Chiese sono un terreno ideale per praticare questa attività invernale.

Un’ottima opportunità per compiere escursioni su terreni mai troppo impegnativi e in sicurezza, è offerta in occasione dei  numerosi raduni organizzati nel corso dell’inverno a cui possono partecipare  sia agli scialpinisti che agli escursionisti con le racchette da neve.

I percorsi sono sicuri perché ripetutamente controllati e monitorati per quanto riguarda l’aspetto della sicurezza per l’intera manifestazione, inoltre lungo gli itinerari e all’arrivo vengono predisposti anche dei ristori  per i partecipanti. Tra i raduni previsti…alla luce del sole, c’è l’apprezzatissima Ciaspolada dedicata ai ragazzi, dal 27 al  28 dicembre con partenza da Storo e pernottamento in malga. Alla luce delle pile frontali, venerdì 9 gennaio, va in scena la Notturna in Trivena, sulle ciaspole.

L’acqua è un elemento fondamentale nel paesaggio della valle del Chiese che si manifesta in spettacolari salti d’acqua delle tante cascate presenti in Val Daone, la miriade di torrenti e ruscelli che scaturiscono dalle rocce del massiccio dell’Adamello trentino, trasformati in magiche sculture di ghiaccio dalle mille sfumature. Le effimere architetture di ghiaccio che vanno dall’azzurro al verde costituiscono le pareti cristallo dove si mettono alla prova gli appassionati di ice climbing, che con destrezza da brivido esercitano l’arrampicata su ghiaccio. Affacciate sul lago artificiale di malga Boazzo, a metà circa della valle, si trovano le cascate di ghiaccio più imponenti e dai nomi suggestivi: la Regina del Lago, e Gran Scozzese. Per chi volesse sperimentare questa tecnica di scalata sul ghiaccio,  le esperte  guide alpine del Trentino sono a disposizione per dare lezioni in piena sicurezza.

Molto più tranquillo e contemplativo lo sci di fondo trova spazio in Valle del Chiese, vantando percorsi realmente a contatto con una natura sorprendente nella sua immobile bellezza. La pista Raggio di luna è situata a ridosso dell’abitato di Bondo alla confluenza di quattro valli dove un microclima assicura nel corso della stagione, l’innevamento ottimale della pista. Nella splendida cornice della Valle di Daone si trova poi la pista da fondo “Le Brume” adatta per le sue caratteristiche ad un’attività di tipo sportivo-turistico che predilige la tecnica libera.

http://www.visitchiese.it/it/home/

CONDIVIDI:

Articoli simili

Cardiff oltre la finale di Champions League

claudia.dimeglio

Québec, il fascino del grande freddo

anna.rubinetto

Italo e Costa Crociere per offrire un servizio integrato a viaggiatori e turisti

redazione1
Please enter an Access Token