Viaggiare News
Africa Destinazioni

Sudafrica, terra di safari

Sudafrica, un Paese stupefacente, che ha saputo conservare  incontaminata la sua natura, tanto che  basta allontanarsi solo di pochi kilometri dalle città, per trovare la vera Africa, quella fatta di animali selvaggi che si aggirano per la savana e di   albe e tramonti suggestivi  dai colori  imperdibili .

Fare un  safari in Sudafrica permette di apprezzare insolite bellezze naturali e di vivere un’ esperienza indimenticabile.

 La ricerca dei Big Five – elefante, bufalo, rinoceronte, leopardo e leone – è un’esperienza avventurosa da vivere in tutta sicurezza nei parchi nazionali e nelle riserve private, dove si viene coccolati in lussuosi lodge. Nei parchi nazionali è possibile sia guidare la propria auto, che scegliere un’escursione con guida esperta. Nelle riserve private invece basta affidarsi ai ranger e seguire i loro suggerimenti per riuscire a catturare l’essenza della natura sudafricana.

Le regole da seguire per un safari perfetto e senza rischi sono semplici: non dare da mangiare agli animali, non avventurarsi a piedi senza i ranger e non uscire dai percorsi tracciati se si guida la propria auto. E’ consigliabile inoltre non fare troppo rumore per non disturbare gli animali e lasciare sempre loro la precedenza. Bisogna sempre ricordare che siamo noi gli ospiti in casa di madre natura!

Alcune dritte per l’avvistamento dei Big Five: durante le giornate più calde e vicino alle pozze d’acqua le possibilità di imbattersi negli elefanti aumentano, mentre per un incontro ravvicinato con i rinoceronti è meglio uscire nel tardo pomeriggio. All’alba e al tramonto si individuano più facilmente leoni e iene. Il leopardo, che è invece un animale notturno, può essere avvistato nelle ore serali.

 Ma cosa  mettere in valigia quando si parte per un safari? E’ preferibile  un abbigliamento a strati, meglio se in  colori neutri e, come accessorio, un binocolo per avvistare gli animali. All’alba e al tramonto è meglio avere con sé un indumento pesante, durante il giorno invece è d’obbligo un cappellino. A questo punto non resta che scegliere tra i tanti parchi del Sudafrica e partire per un avvincente safari!

 

Alcuni parchi dove vivere entusiasmanti esperienze safari

 

Kruger National Park

E’ il più grande parco del Paese e uno dei più noti al mondo. Oltre ai safari tradizionali in auto o in jeep è possibile fare il Walking Safari con l’opzione offerta da alcune strutture di dormire all’aperto e di avere come tetto un’incredibile volta stellata (Camp di Skukuza e Letaba). Un’altra emozionante esperienza è il safari notturno alla scoperta degli animali che riposano e di quelli che cacciano (organizzato dai Camp statali di Bateleur, Mopani, Punda, Olifants, Letaba e Satara).

 Addo Elephant Park

Come suggerisce il nome, l’Addo è la patria di numerosi elefanti. Si trova nella provincia dell’Eastern Cape e vi si possono ammirare i Big 7: oltre ai Big 5 infatti è possibile vedere lo squalo bianco e le balene. È stato aperto nel 1931 con lo scopo di salvare 11 elefanti dall’estinzione e ora ce ne sono oltre 400! Oltre a preservare questi grandi mammiferi, nell’area si sviluppano molti altri progetti di conservazione come ad esempio il Daniell Cheetah Project, dedicato alla cura dei ghepardi.

 Karoo National Park

Grande fascino per questo parco che si estende nell’area semidesertica del Grande Karoo, ai piedi della catena montuosa del Nuweveld. Qui è possibile osservare numerose specie del deserto sudafricano come l’aquila nera, la zebra di montagna del Capo, lo Springbok e tanti rettili. Una curiosità? Il “Progetto Quagga”. Nato con lo scopo di ricreare il quagga, un animale simile alla zebra estinto alla fine XIX secolo a causa dei cacciatori, il progetto ha dato riscontri positivi. Oggi infatti il parco ospita alcuni esemplari molto simili ai quagga.

Parco Nazionale dell’iSimangaliso

Questo parco, che sorge sulla costa del KwaZulu Natal, è Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO dal 1999. Si estende per oltre 200 km lungo la costa sudafricana bagnata dall’Oceano Indiano e il suo nome significa “meraviglia”. Montagne, praterie, foreste, mangrovie, antiche dune (25000 anni), magnifiche spiagge e barriere coralline ospitano un’incredibile varietà di piante e animali. L’iSimangaliso accoglie la più grande colonia di ippopotami dei parchi sudafricani, facilmente avvistabili con la Hippo&Croc Boat Cruise, un’escursione in battello di circa un’ora.

 Kgalagadi Transfontier Park

Le vaste pianure e le scarse pozze d’acqua, le infuocate dune del deserto che si stemperano in un arido bush rendono il Kgalagadi Transfrontier Park il luogo ideale per ammirare i predatori. Il primo parco transfrontaliero del Sudafrica, che si estende tra la provincia del Northern Cape ed il Botswana è considerato uno dei migliori parchi al mondo per vedere in azione i ghepardi.

 

CONDIVIDI:

Articoli simili

L’osservatorio viaggi di Quitepeople.it ha selezionato i New Year Trips più cool per il Capodanno 2013

anna.rubinetto

MISTRAL TOUR vi porta nell’affascinante fiera di PUSHKAR nel RAJASTHAN

anna.rubinetto

Air France-KLM festeggia la partnership con Alitalia con un bonus di 1.000 miglia del programma fedeltà

redazione1
Please enter an Access Token