Su Expedia nel 2014 crescono le prenotazioni per gli hotel italiani

Il gruppo Expedia, una delle più grandi società di viaggi online del mondo,  registra una crescita costante nelle prenotazioni per gli hotel italiani nel 2014

  • Nelle località italiane, la domanda per soggiornare una notte in albergo si è triplicata nel primo trimestre del 2014
  • Le destinazioni sciistiche hanno registrato la crescita più rapida rispetto allo stesso periodo del 2013
  • I Paesi che hanno registrato la domanda più alta sono Regno Unito, Stati Uniti, Germania, Svezia, Francia
  • Il Paese che ha registrato la crescita più ampia nelle prenotazioni verso le località italiane, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, è stata la Russia (con una crescita triplicata): i russi registrano inoltre i soggiorni più lunghi (più di 5 notti in hotel) e prenotano con quasi 20 giorni d’anticipo
  • La Costa Toscana e il Lago Maggiore hanno registrato una crescita tre volte superiore rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente nei pernottamenti di una notte

 Secondo i dati, le prenotazioni per soggiornare per una notte nelle località italiane, durante il primo trimestre del 2014, hanno registrato un aumento del 100% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Per quanto riguarda il mercato dei resort (che comprende le località sciistiche, i laghi e le destinazioni balneari), le regioni sciistiche italiane sono state non solo le destinazioni che hanno registrato il maggior numero di prenotazioni in Italia, ma anche quelle con la più rapida crescita, grazie a una crescita tre volte superiore rispetto alla percentuale precedente.

 I mercati internazionali che hanno generato la domanda maggiore per gli hotel italiani sono stati Regno Unito, Stati Uniti, Germania, Svezia e Francia. La Svezia è stata uno anche dei Paesi che ha registrato la crescita più elevata nel numero di prenotazioni verso le località italiane, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Il Paese scandinavo è secondo solo ai russi, entrambi con una crescita a tre cifre. I russi sono anche i viaggiatori che hanno soggiornato più a lungo nei resort italiani – più di cinque notti – e che hanno prenotato con maggiore anticipo – quasi 20 giorni – rispetto agli italiani che soggiornano, in media, poco più di una notte.

“L’Italia è una delle destinazioni turistiche top del mondo. Città come Roma, Venezia e Milano sono sempre state popolari tra i turisti internazionali, ma è sempre emozionante vedere come la domanda internazionale, per visitare le nostre splendide destinazioni turistiche, continui a crescere. Stiamo registrando un solido interesse da parte di mercati importanti come la Russia e la Scandinavia, nonché da mercati tradizionali come Regno Unito e Stati Uniti”, ha dichiarato Walter Lo Faro, Senior Director of Management Market at Expedia, che lavora nella sede di Barcellona. “Con più di 150 siti di prenotazione in 70 Paesi, i viaggiatori business e leisure di tutto il mondo hanno accesso diretto a tutti gli alberghi partner di Expedia”.

“Abbiamo lavorato con il Market Manager di Expedia su una strategia di pacchetti vacanza per il 2014, per portare qui il business dai mercati internazionali”, afferma Daniela Garcia, Revenue Manager presso l’Hotel Catalunya di Alghero. “Questi viaggiatori sono per noi fondamentali perché pernottano per lunghi periodi, prenotano in anticipo e hanno un tasso di cancellazione delle prenotazioni molto basso. I risultati raggiunti finora sono fantastici: nel 2014 abbiamo già aumentato le prenotazioni di 82 giorni totali e il 90% di quelle provenienti da Expedia riguardano viaggiatori internazionali. Questo ci permette di poter essere più flessibili con i prezzi e di cercare strategie nuove e differenziate”.

 Infine, anche il Lago Maggiore e la Costa Toscana hanno mostrato una forte crescita nel primo trimestre del 2014, tre volte superiore rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

 Per ulteriori informazioni visita il sito Internet www.expediainc.com

 

 

By | 2015-01-27T15:17:21+00:00 agosto 2014|News, tecnologia|