La Slovenia e i nuovi collegamenti dal centro – sud Italia

 

Dal 1° Maggio sarà istituito tra Salerno, Roma, Catania e Portorose il collegamento charter, attivo tutto l’anno, ogni giovedì e domenica, tre volte al giorno. Il progetto, scaturito dall’ accordo  raggiunto, stipulato per una durata di cinque anni, tra il tour operator napoletano CTM Travelair il cui proprietario e direttore è Antonio Gervasio, l’Ente per il Turismo di Portorose e l’Aeroporto internazionale sito nei pressi della città, è stato approvato dal Ministero delle Infrastrutture e Pianificazione del Territorio della Repubblica di Slovenia, come anche dal Comune di Pirano e dall’Ente per il Turismo Sloveno e dall’Agenzia Pubblica SPIRIT. A garantire il trasporto di 50 passeggeri per volta, dalle tre città del centro sud Italia, sarà un Fokker 50 del vettore greco Minoan Air. Tutto è pronto ad accogliere i viaggiatori di Pasqua nell’Istria slovena, una terra posizionata tra il Carso ad est, il mare Adriatico ad ovest e la baia di San Bartolomeo a nord. La storia dell’Istria slovena racconta di un passato che arriva ai tempi dell’antica Roma e le vestigia sono visibili nelle tre città costiere Capodistria, Isola e Pirano. In questo angolo verde del Mediterraneo crescono olivi, viti, alberi da frutta. «Pirano è una città preziosa – ha detto il Direttore dell’Ufficio del Turismo Sloveno in Italia, Gorazd Skrt (www.slovenia.info) – un monumento culturale urbano con la sua particolare architettura, che risente dell’influenza della Repubblica di Venezia, come peraltro altre città dell’Istria. Poco distante la graziosa cittadina di Portorose, un nome che evoca rose profumate pronte a fiorire e inondare del loro effluvio l’intera zona e che è meta ogni anno di tanti turisti». Dalla viva voce di Jadran Furlanic, direttore dell’Ente del Turismo di Portorose – Pirano (www.portoroz.si) , apprendiamo  utili informazioni in un perfetto italiano con una simpatia che sprizza da tutti i pori. «La specialità di Portorose è naturalmente il mare; furono i monaci a scoprire gli effetti benefici della talassoterapia con i fanghi delle saline e con la salamoia e poi i veneziani, gli Asburgo e i Francesi.

Il 70% dei turisti è italiano, a tutt’oggi sono aumentate le presenze dei tedeschi e degli austriaci. Contiamo sui turisti del Sud d’Italia e non  a caso ci sono questi collegamenti aerei che aprono nuove opportunità al turismo sloveno con il nuovo volo bisettimanale da Salerno». Nell’occasione della BMT, sono venuti per visitare l’aeroporto Salerno Costa d’Amalfi: il Sindaco di Portorose Peter Bossman, il direttore dell’aeroporto Robert Krajnc e la press agent dell’ente, Lea Suligoj, accolti dal Presidente dell’ente aeroportuale, Carmine Maiese e da Antonio Gervasio, Presidente del Centro turistico Mediterraneo, che sarà il charterer tra le due città. Nell’ampio stand della Slovenia alla Mostra d’Oltremare era presente Alen Milosevic, direttore vendite della “Life Class”, che raggruppa i migliori hotel & spa di Portorose. «Il punto di forza delle nostre strutture – ha detto Milosevic – sta  nei sette centri benessere, offerti al cliente che ha solo l’imbarazzo della scelta».

Portorose offre tanto ai suoi visitatori: una marina turistica, diversi casinò, un aeroporto e numerose importanti manifestazioni, che si susseguono durante tutto l’anno. Intanto l’ottimo pescato di Pirano è una vera prelibatezza per il palato, a cui viene dedicato un particolare trattamento nell’allevamento ittico della famiglia Fonda (www.fonda.si), diretto dalla dott.ssa Irena Fonda, che prosegue la lunga tradizione familiare, garantendo anche visite guidate in barca tra le vasche di allevamento nel mare Adriatico. I dati dell’anno scorso indicano la stabilizzazione degli arrivi da questo fondamentale mercato del turismo sloveno, quelli dei primi due mesi di quest’anno stanno indicando un trend positivo di crescita. L’aumento del 17% nel numero di arrivi e del 12% nel numero di pernottamenti in gennaio e febbraio di quest’anno, indicano la grande importanza e le potenzialità del mercato italiano che nell’ultimo anno, con una quota del 16% dei pernottamenti totali, si è aggiudicato il primo posto tra tutti i mercati stranieri. Lo scorso anno, nel Comune di Pirano gli ospiti provenienti dall’Italia hanno generato il 14% di pernottamenti.  E chiosando Guido Gozzano: “ Il mio sogno è nutrito d’abbandono, di rimpianto. Non amo che le rose che non colsi. Non amo che le cose che potevano essere e non sono state… Vedo la casa; ecco le rose del bel giardino di vent’anni or sono!” E quindi le profumate rose di Portorose non attendono che di essere colte.

Harry di Prisco

le rose di Portorose                                                                                                                                                                                                                                          Jadran Furlanic-Minoan-Air-Fokker-F50_

Gorazd Skrt

By | 2016-12-29T11:12:34+00:00 aprile 2014|Destinazioni, Trasporti|