Viaggiare News
News

I giardini di Villa della Pergola ad Alassio, aperti tutti i fine settimana dal 29 marzo a fine ottobre

I giardini di Villa della Pergola ad Alassio, aperti tutti i fine settimana dal 29 marzo a fine ottobre                                                                   

I Giardini di Villa della Pergola ad Alassio, sulla Riviera ligure di Ponente, raro esempio di giardini inglesi in Italia, aprono al pubblico da sabato 29 marzo prossimo per offrire ai visitatori un’impareggiabile vista dell’intero golfo di Alassio, dall’isola Gallinara fino a intravvedere, nelle giornate più limpide, anche la Corsica.

A conclusione di un sapiente restauro curato dall’architetto paesaggista Paolo Pejrone, dopo sei anni di lavori, nel 2012, sono stati restituiti all’antico splendore i 22.000 metri quadrati dei Giardini, in cui ora convivono in armonia vegetazione mediterranea e piante rare della flora esotica, in un clima lussureggiante.

Flora mediterranea e tropicale in Riviera – I Giardini di Villa della Pergola offrono l’occasione per passeggiare immersi nella tipica vegetazione mediterranea, sapientemente coniugata con piante esotiche e di altri Continenti. I giardini ospitano alcune collezioni botaniche, come quella degli agrumi e dei glicini, e una importante collezione di Agapanti (oltre 300 varietà diverse), unica in Europa per numero e qualità.

A passeggio sui sentieri, tra pergole, fontane e laghetti – le pergole sono uno degli elementi caratteristici dei Giardini, tanto da dare il nome alla Villa e al Villino, capolavori architettonici di fine Ottocento che sorgono all’interno del parco. Mentre le numerose fontane e i laghetti rocciosi accolgono le ninfee rosa e le specie più recenti di ninfee tropicali blu.  Ed ampi sentieri coperti di ghiaia o lastricati, come la Passeggiata del Sole e diverse scalette in pietra collegano le varie terrazze: quella panoramica con quella antistante la Villa e con la terrazza con il prato adiacente al Villino.

Un po’ di storia – il parco e la Villa della Pergola, ideati dal generale scozzese William Montagu Scott Mc Murdo nel 1875,  ai primi del ’900, passarono al cugino di Virginia Woolf, il baronetto Sir Walter Hamilton Dalrymple. Quindi, nel 1922, il nuovo proprietario, Daniel Hanbury – secondogenito di Thomas, ideatore e proprietario dei celebri Giardini Hanbury (La Mortola, Ventimiglia) – iniziò un’opera di arricchimento delle collezioni di piante presenti nel parco, attingendo dai giardini botanici della famiglia.

Infine, nel 2006 una cordata di amici guidata da Silvia e Antonio Ricci, interrompendo un lungo periodo di abbandono e degrado, acquistò la proprietà all’asta giudiziaria per salvarla da una speculazione edilizia.

Il restauro dei giardini – il Parco, dal 2006 al 2012 ha subìto un importante restauro, per cui  i Giardini conservano ancora oggi le tipiche caratteristiche dei giardini all’inglese ottocenteschi che li hanno resi una delle meraviglie botaniche della Riviera ligure e del Mediterraneo.

Villa della Pergola – All’interno dei Giardini si trovano Villa della Pergola e il Villino, anch’essi sottoposti a importanti interventi di restauro conservativo di interni ed esterni.  Le ville hanno così recuperato l’antico charme di dimora vittoriana, con tutto il fascino dello stile coloniale inglese, diventando raffinati relais in cui è possibile soggiornare da marzo a ottobre. Le suite sono tredici – divise tra la Villa, il Villino e la Casa del Sole – una diversa dall’altra e ognuna dedicata a un personaggio inglese legato alla storia di Alassio.

I Giardini di Villa della Pergola, che fanno parte del network Grandi Giardini Italiani, si sono aggiudicati il Gran Premio Giardini 2013 per il più alto livello di manutenzione, buon governo e cura di un grande giardino italiano.

Apertura – per visite guidate su prenotazione dal 29 marzo a fine ottobre, il sabato e la domenica, con inizio alle 9.30 alle 11.30, alle 15.00 e  alle 17.00. Durante la settimana è possibile prenotare visite solo per gruppi. E’ possibile effettuare la visita singolarmente e/o in piccoli gruppi, per una durata di 1,30 h circa.

Agibilità – I Giardini sono visitabili in gran parte anche da persone disabili. Solo alcune zone non sono accessibili a causa della morfologia del terreno e per la presenza di brevi scale in pietra.

Biglietti – Il biglietto d’ingresso è acquistabile sul posto e comprensivo di accompagnamento guidato:

singolo: 12 euro,  Soci FAI: 10 euro; gratuito per i bambini fino ai 6 anni accompagnati da un adulto. Scolaresche: 6 euro. Inoltre, un biglietto d’ingresso comprensivo di aperitivo a buffet con prodotti liguri al costo di 20 euro a persona, è possibile solo su prenotazione e per i gruppi. Per tutti i visitatori è anche possibile accedere al bar e al ristorante di Villa della Pergola Historical Suites Relais.

www.giardinidivilladellapergola.com

www.grandigiardini.it

CONDIVIDI:

Articoli simili

Nasce la Banca del Turismo, al via l’offerta pubblica di sottoscrizione del capitale sociale

anna.rubinetto

Numeri da primato per Ryanair nel 2012

redazione1

volo + hotel per un ponte del 2 giugno

redazione1
Please enter an Access Token