Africa Destinazioni

… continua Enti del Turismo – Egitto

   In Egitto la cultura fa turismo            

L’Egitto lavora per mantenere la sicurezza e la stabilità, conscio che proprio la sicurezza è il maggior pilastro dello sviluppo turistico ed economico, così come ha affermato recentemente il Ministro del Turismo, Hisham Zaazou.

 L’ Ente del Turismo egiziano (http://it.egypt.travel), diretto da Mohamed Abbd El Gabbar punta per il 2014 sul turismo culturale e del benessere accanto al tradizionale “mare”. Gli stupefacenti colossali monumenti dell’Antico Egitto non smettono mai di stupire. Il calore, la vista e la luce del deserto regalano un vigore nuovo. Le fresche acque color turchese hanno effetti ringiovanenti. Una romantica crociera sul fiume più lungo del mondo rapisce i sensi. Il resort di prima classe sulla riviera del Mar Rosso è un puro momento di fuga dal mondo. Nessun altro luogo presenta la magia, il mistero e i piaceri di questo affascinante Paese. La crociera da Assuan a Luxor per visitare i monumenti famosi in tutto il mondo e le isole nascoste può essere un itinerario da prendere in considerazione nell’imminenza della primavera, allorquando la Farnesina deciderà di togliere lo sconsiglio all’intera area dell’Alto Egitto, dove si trovano proprio le mete di maggior richiamo artistico e culturale al mondo. Peraltro lo sconsiglio non tocca neanche una larga parte delle destinazioni balneari compresa una parte della costa del Mar Rosso, come Hurgada, Marsa Alam e Berenice, nonché l’intera riviera mediterranea del Paese, che include numerose mete turisticamente emergenti, tra cui Marsa Matrouh e El Alamein.

Sarà possibile così visitare la Grande Diga, le cave di granito e navigare verso il Tempio di Philae e Kom Ombo. Si potrà decidere di navigare il Nilo sulla felucca, tipica imbarcazione degli abitanti del luogo e passare attorno alle isole di Kitchener per visitare il famoso giardino botanico, si potrà poi ammirare il Tempio di Horus a Edfu e una tipica festa Galabiya. Successivamente gli occhi sono tutti puntati su Luxor, visitando il Tempio di Karnak, il Tempio di Hatshepsut, la Valle dei Re e delle Regine nonché il Tempio di Luxor. Il Grande Mare di Sabbia, che si estende su 72.000 chilometri quadrati e forma il lato settentrionale del Sahara, è il terzo maggiore campo di dune del mondo. L’oasi di Siwa rappresenta l’ingresso settentrionale, nonché il punto ideale per una spedizione safari fotografico in una zona realmente magica. Affascinerà l’infinita tranquillità delle immense dune prima di fare sosta in uno dei campi del deserto e trascorrere una notte magica sotto le stelle.

continua …  Ti è piaciuto questo articolo? Leggi il seguito domani alla stessa ora – 11,00 !

Harry di Prisco

Articoli simili

Aruba, natura e sapori dei Caraibi

ugo

Repubblica Ceca, si festeggia il Gran restaurant festival

anna.rubinetto

Un weekend a Zurigo, intreccio di cibo e cultura

redazione1
Please enter an Access Token