Viaggiare News
Proposte tour operator

In Birmania con TOAssociati per vivere la folcloristica Festa di Paro

 

La  Birmania, un angolo di mondo rimasto isolato tra le vette Himalayane e posto tra il Sikkim e il Bhutan, due regioni relativamente poco visitate ,si possono ammirare scenari naturali e paesaggi mozzafiato, verdi vallate,  cime innevate,  foreste di rododendri econoscere tranquilla, ospitale e permeata da una sacra e religiosa esistenza.

TOAssociati propone il viaggio, con accompagnatore dall’Italia, per vivere un’esperienza fuori dal comune, in occasione della Festa di Paro, quando migliaia di pellegrini raggiungono il Paese per celebrare questo momento così sentito con danze, musiche e canti dei monaci buddisti.

Partenza speciale di gruppo per la Festa di Paro: 2 aprile 2014 (con accompagnatore dall’Italia)

Check-in: La Via Celeste (15 giorni/14 notti)

Itinerario: Italia, Delhi, Bagdora, Darjeeling, Pelling, Gangtok, Kalimpong, Phuntsholing, Thimpu, Paro, Delhi, Italia.

Quota: da 3.780 Euro a persona in doppia (quota base per minimo 15 partecipanti);

La quota comprende: voli internazionali dall’ Italia, voli interni come da programma, sistemazione negli hotel/lodge segnalati, trattamento come da programma, trasporti con veicoli privati, ingressi per la vista dei siti, esperta guida accompagnatore locale parlante italiano, accompagnatore dall’ Italia, facchinaggio e ingressi da programma, assicurazione medico-bagaglio, visto di ingresso in Bhutan, documenti e set da viaggio.

La quota non comprende: colazione e pranzo del giorno di arrivo a Delhi, bevande supplementari, mance, extra, spese personali e quanto altro non indicato ne “la quota comprende”.

Il viaggio inizia dall’India verso Darjeeling ed i siti principali del Sikkim, percorrendo incantevoli valli coperte da foreste e piantagioni di tè.

Dopo la visita di Delhi, si raggiunge in volo Bagdogra da cui si prosegue per Darjeeling, quindi nel cuore del paesaggio unico e verdeggiante del Sikkim, passando per Pelling dove sorge uno dei monasteri birmani più antichi.  L’itinerario prosegue con la capitale Gangtok, interessante per le case tradizionali a forma di pagoda e i formicolanti bazar.

La città rappresenta un eccellente punto di partenza per le escursioni ai monasteri buddisti più importanti del Sikkim, tra cui quello di Rumtek e quello di Encheyda, e da cui si può ammirare la valle e il Kanchenjunga, la terza vetta più alta del Mondo.

Attraversando foreste e colline terrazzate coltivate a tè, si ritorna verso la pianura per visitare la pittoresca Kalimpong e Phuntsholing, punto di ingresso in Bhutan. Mentre al centro di una valle fertile e soleggiata sorge la capitale Thimpu, che conserva il suo fascino ed è ricca di facciate colorate e decorate in maniera elaborata che le conferiscono un’affascinante atmosfera medievale. Dopo la visita della città e dei dzong, gli imponenti monasteri-fortezza bhutanesi, si prosegue per Paro dove, oltre a scoprire la valle e la natura incontaminata che la circondata, visiterete anche uno dei templi più belli, il famoso Taktsang, il Nido della Tigre, miracolosamente arroccato sul margine di un dirupo sopra il fondovalle.

Paro è famosa anche per il suo Festival e avrete modo di assistere alle celebrazioni in onore del Guru Rimpoche, trasportato in processione ed esposto a rituali musicali che armonizzano trombe e preghiere.

Si rientra quindi in volo a Delhi e si prosegue per l’Italia.

Il Festival di Paro è organizzato in onore del Guru Rimpoche, considerato una delle figure religiose più importanti del Paese. Ha inizio all ’alba tra il suono di corni che in processione accompagnano il sacro tangkha (effige del maestro) dal monastero al sito in cui si svolgono alcuni balli mascherati a carattere religioso e denominati Tshechu. Le celebrazioni culminano con la danza delle otto manifestazioni di Guru Rimpoche, durante la quale vengono esposte le forme che il Guru assunse per portare il messaggio di liberazione all’ umanità.

È un’importante occasione per la gente locale perché, a parte il significato religioso e culturale, è un evento sociale. Per gli anziani è un atto di devozione, mentre i giovani generalmente arrivano per socializzare e divertirsi. Per i viaggiatori, questa festa costituisce un’ottima opportunità per avvicinarsi e osservare la cultura locale, tradizioni, usi e costumi dei bhutanesi, gente cordiale e colta.

TOAsasociati, tour operator con sedi a Bologna e a Roma, si occupa di turismo outgoing dal 1972.

www.toassociati.com

CONDIVIDI:

Articoli simili

Peru’  del  nord,   le  civilta’  andine  prima  degli  Inca

anna.rubinetto

Alle Maldive una vacanza al caldo con OriginalTour

claudia.dimeglio

Torna con la primavera la Ferrovia Turistica del Tanaro

ugo
Please enter an Access Token