Viaggiare News
Benessere News

Un week-end alle terme per scoprire i cosmetici termali

Le proprietà curative e cosmetiche delle acque termali sono note all’uomo fin dall’antichità. Le civiltà classiche, basti pensare ai greci ed ai romani, dedicavano molto tempo alla cura del benessere mentale e fisico, cura che si effettuava nei numerosi stabilimenti termali dell’epoca.
La moderna ricerca ha permesso di comprendere in modo sempre più completo i processi naturali ed i benefici delle acque termali e dei fanghi. Efficacissime nella cura di patologie respiratorie, dermatologiche o per i disturbi del sonno, le strutture termali vivono oggi un ulteriore periodo di splendore grazie alla cosmesi.
La crenologia, lo studio scientifico delle proprietà chimiche, fisiche e terapeutiche dell’acqua, non ha dubbi al riguardo: le acque termali sono una vera e propria lozione di bellezza naturale.
Le qualità curative delle acque termali sono da ricercarsi nella composizione alcalina delle stesse: la presenza di zolfo, ferro, cloro, iodio e calcio sono un toccasana per il corpo e per la mente. Le acque minerali sono il frutto del paziente ciclo idrogeologico: il prezioso liquido che sgorga nelle stazioni termali, raccolto in bacini sotterranei, ha subìto nei millenni un processo di mineralizzazione causato dal contatto con i minerali presenti nel terreno. In base alla composizione chimiche che deriva da questo millenario viaggio sotterraneo, le cosiddette acque sulfuree vengono impiegate in diversi modi.
Le modalità di utilizzo delle acque sono numerose: dall’idropinoterapia, l’assunzione dell’acqua come bevanda, all’inalazione, dai bagni termali o minerali, (la classica Balneoterapia), alle docce effettuate a differenti temperature. Ed ancora, i bagni di ozono, gli impacchi di fanghi minerali ed i massaggi subacquei. I benefici di un soggiorno in una struttura termale sono innumerevoli.
Per sfruttarne appieno le qualità si effettuano cicli di almeno dieci giorni; i benefici si notano già dopo una settimana, ma per rendere davvero efficiente il processo, le cure termali andrebbero eseguite con regolarità negli anni.
In tempi più recenti le proprietà dei prodotti termali hanno subito un’impennata in ambito cosmetico, e sono numerosi i centri wellness che oggi offrono un’ampia scelta di cosmesi termale.

Analizziamo i più efficaci, partendo dall’Idrocosmesi.

Grazie a questo trattamento di bagni in acque medicate l’aspetto della nostra pelle migliora in maniera sensibile. I benefici sono dovuti a tre diversi fattori:

– L’azione dei componenti oligominerali e gassosi, che grazie allo zolfo garantisce una perfetta rigenerazione cutanea, accelerando i processi di rinnovamento. La naturale azione esfoliante delle acque sulfuree allo stesso modo ha effetto riepitelizzante ed antiallergico. Favorisce inoltre il ricambio delle melanine, dando alla pelle un aspetto elastico e tonico.

L’azione é ancora più valida se abbinata alla fitoterapia, ovvero l’assunzione di piante officinali.
– La temperatura dei bagni é altrettanto importante. Simile alla nostra temperatura corporea,
stimola la microcircolazione del derma e genera una sudorazione intensa che, dilatando i pori, permette uno scambio delle sostanze nutritive della pelle e l’eliminazione di scorie metaboliche.

– Il naturale massaggio idrico delle acque a contatto con il corpo in movimento, rigenera la pelle favorendo la respirazione cutanea ed aumenta il flusso della microcircolazione.

Altrettanto diffusa, tra i rimedi cosmetici, é la Crenocosmesi: qui la fonte di bellezza é garantita dalla composizione gassosa e salina delle acque, e dalla carica bioattivatrice che questi elementi sono in grado di mettere in moto sulla nostra pelle.

Numerosi istituti di bellezza propongono bagni carbonici, ovvero immersioni in acque ricche di anidride carbonica, i cui benefici dermoattivi sono garantiti dall’azione sinergica dei processi biochimici, fisioterapici e fisiochimici. Le acque più utilizzate sono quello che per lungo tempo sono state a contatto con sedimenti di fanghi maturi. Arricchite di fitostimoline ottenute dall’elaborazione di alghe termali, rappresentano un elisir di giovinezza e di benessere mentale oltre che fisico.

Oltre alle acque, anche l’elemento che nelle acque ha il suo ciclo vitale viene abbondantemente utilizzato: parliamo della macro e micro flora che viene coltivata nei bacini termali. All’interno di speciali vasche di maturazione vengono depositati fanghi vergini, di tipo argilloso e calcareo, i quali sono l’habitat naturale del biofitoplancton. Si tratta di alghe unicellulari in grado di generare notevoli quantità di sostanze organiche. Le sostanze secrete da questo microplancton hanno proprietà cosmetiche e rigenerative eccellenti, e vengono utilizzate sia a contatto con la pelle, nei classici impacchi di fanghi, che in bevande ottenute dalla loro estrazione.

Per quanto riguarda i fanghi, parliamo dunque di Palnctoncosmesi, di Peloidocsomesi, dalla parola greca “pelos” che significa, appunto, fango, e di Fucoidocosmesi, il trattamento a base di alghe. Le proprietà di questi ritrovati sono illimitate: offrono un rimedio contro la pelle secca e grassa, e sono in grado di restituire lucentezza e morbidezza alla pelle in fase senescente.  Dunque un rimedio per tutte le età.
Nello specifico, il potere curativo e cosmetico dei fanghi é dovuto a diversi fattori: le capacità bioattivatrici vengono sfruttate al meglio grazie all’azione termica.
Come uno scrigno, il fango caldo che avvolge il nostro corpo é in grado di mantenere il calore a lungo, favorendo l’apertura dei pori e la conseguente, copiosa sudorazione, che nel suo processo di traspirazione espelle tossine ed impurità. Allo stesso modo, il calore dei fanghi migliora la circolazione periferica, agendo su tutta la pelle, ed in particolare su quelle zone dove la temperatura, in seguito a problemi circolatori, é più fredda. La scarsa irrorazione sanguigna di queste parti del corpo é responsabile dell’aspetto opaco e poco nutrito della pelle. Alcuni cicli di impacchi di fanghi provvederanno a riabilitare le normali funzioni rigenerative, restituendo alla pelle tonicità ed elasticità.

Le proprietà dei fanghi e delle alghe é ormai nota nel dettaglio, ed i principi organici di questi vegetali sono oggi disponibili anche sotto forma di creme e latte semifluido. Una costante applicazione di questi ritrovati, alternata a cicli regolari di trattamenti termali, garantiranno al nostro organismo il giusto equilibrio mentale, a daranno al nostro aspetto l’aiuto migliore: quello naturale.

Per scoprire e godere degli straordinari benefici della natura, cerca le migliori offerte terme  (http://www.lastminuteterme.org/)

Foto by : Dolomitibl

CONDIVIDI:

Articoli simili

Tripadvisor: i migliori siti patrimonio dell’Unesco

redazione1

Vacanze 2019: la Puglia è la regione più amata all’estero

anna.rubinetto

A Graz, città austriaca della Stiria, le Terme Loipersdorf propongono un Natale di tradizione e benessere

redazione1

Scrivi un commento

Please enter an Access Token