Dusseldorf: un week end all’insegna dell’arte, dello shopping, della gastronomia e della night life

 Dusseldorf: un week end all'insegna dell'arte, dello shopping, della gastronomia e della night lifeIn attesa del grande evento Quadriennale Düsseldorf dedicato alle arti visive e che si terrà nel 2014, coinvolgendo per più mesi le grandi istituzioni cittadine con programmi ad hoc sul tema “Oltre il Domani”

Quest’autunno sono due le mostre da non perdere nel capoluogo del Nord Reno Vestfalia, celebre per essere uno dei centri dell’arte contemporanea in Europa: Alexander Calder – the Avant-Garde in Motion (K20, dal 07.09 2013 al 12.01 2014) e Candida Höfer (Museum Kunstpalast, dal 14.09 2013 al 09.02 2014). Con la personale su Calder, la sede museale K20 presenta uno degli artisti americani più interessanti del XX secolo. Su una superficie espositiva di oltre 1600 metri quadri si potranno ammirare in particolare le sculture astratte di arte cinetica di Calder, che traggono movimento dalle correnti d’aria realizzate negli ambienti – i cosiddetti “mobili”. Artista innovativo e poetico, Calder riempie lo spazio artistico e concettuale tra Mondrian, da un lato, e Mirò e Hans Arp dall’altro (www.kunstsammlung.de ). Candida Höfer è stata allieva della famosa Accademia delle Belle Arti di Düsseldorf – dove hanno studiato artisti del calibro di Paul Klee, Joseph Beuys e Gerhard Richter – e in particolare di Bernd Becher. I lavori della celebre fotografa si caratterizzano per la loro obiettività, l’attenzione al dettaglio e, soprattutto, per l’interesse riposto nelle strutture e nell’ordine degli spazi comuni. Candida Höfer ha trovato spesso i suoi motivi artistici nella stessa Düsseldorf, e la mostra a lei dedicata testimonia il suo sviluppo artistico nell’arco di circa quarant’anni, così come l’evolvere della città stessa (www.smkp.de/en/exhibitions/upcoming/preview-2013.html) . Lasciando i musei per gli spazi aperti, chi si interessa d’arte in senso lato a Düsseldorf non può non visitare il quartiere di MedienHafen, un tempo zona commerciale e industriale, oggi una vera attrazione cittadina per la sua architettura avveniristica e non-convenzionale. Qui si trovano  gli edifici asimmetrici realizzati da Frank O. Gehry come torri pendenti, con muri inclinati e forme irregolari, ma anche opere di Claude Vasconi, Joe Coenen e David Chipperfield. La vera novità in fatto di architettura è però il nuovissimo Kö-Bogen, un complesso architettonico di grande impatto che ospiterà boutique e uffici, progettato dall’architetto newyorkese Daniel Libeskind, in collaborazione con lo studio Fürst Architects, e che sarà ufficialmente il prossimo 17 ottobre. L’edificio è stato pensato per integrare sapientemente architettura e natura – in particolare con i caratteristici “Cuts”, particolari tagli di facciata a forma di foglia che lasciano penetrare visivamente il verde esterno nella nuova struttura, offrendo spunti e interpretazioni inaspettati.

SHOPPING, TRA MODA E DESIGN

Con il futuristico Kö-Bogen si amplia ulteriormente il numero di negozi, boutique e grandi store per cui Düsseldorf è famosa. Il luogo più celebre per il fashion e il design è la Königsallee, la strada dello shopping più elegante di tutta la Germania. Qui, in un boulevard arioso e raffinato, si alternano vetrine esclusive, grandi hotel, gallerie d’arte, bar e ristoranti ricercati. I più fashionisti potranno trovare brand come Armani, Gucci, Chanel, ai quali si aggiungeranno presto, all’interno del Kö-Bogen – situato appunto al termine della Königsallee Porsche Design, Joop, i gioielli Rüschenbeck fra gli altri (www.koenigsallee-duesseldorf.de/en). Gli amanti del design non mancheranno di visitare stilwerk, un concept store che, in 42 negozi distribuiti su 17.000 metri quadri, offre il meglio in fatto di interior décor, spaziando dai complementi d’arredo ai tessuti, dall’illuminazione ai suppellettili per il bagno e la cucina (http://www.stilwerk.de/en/). Più complessi commerciali soddisfano inoltre ogni necessità in fatto di acquisti. Lasciando la celebre Königsallee e l’immediato centro, anche negli altri quartieri cittadini non mancano indirizzi interessanti per uno shopping esclusivo e particolare, tra piccoli negozi e atelier di stilisti emergenti.  Diverse sono le boutique dove si possono trovare capi vintage e second-hand, rigorosamente di grandi firme o indossati da vip e celebrities.  Meritano in particolare una visita i quartieri di Blik e Flingern. Il primo è un vivace quartiere studentesco, ed ospita il centro commerciale più vasto di Düsseldorf, Düsseldorf -Arkaden, ma anche molte boutique e intime botteghe indipendenti. Flingern, invece, sta diventando il quartiere cittadino più trendy per abitare, vivere e fare shopping. Qui, dove si susseguono atelier di fashion designer, oreficerie artigiane, gallerie d’arte, studi di pittori, ma anche bar, café e locali alternativi, è bello passeggiare e godere dell’atmosfera creativa del luogo. L’ufficio del turismo di Düsseldorf propone poi un servizio di personal shopper che accompagna il turista alla scoperta degli indirizzi migliori e lo consiglia in fatto di stile, moda e abbinamenti (140€, due ore – http://www.duesseldorf-tourismus.de/en/fun-modules/personal-shopping/ ); e chi sogna di diventare, un giorno, una vera star, può impratichirsi prenotando un esclusivo photo shooting, con tanto di hair-styler e make up artist, per diventare l’immagine di copertina della rivista My Düsseldorf (169€ per la prima persona, 59€ per la seconda, due ore circa; il servizio comprende anche reception con champagne, circa 90 scatti e computer editing – duesseldorf-tourismus )

OSPITALITA’, CONVIVIVIALITA’ E VITA NOTTURNA

A Düsseldorf non mancano locali, bar e ristoranti, dalle birrerie più tradizionali ai locali d’atmosfera, dagli indirizzi gourmet alla cucina etnica o internazionale. Del resto, qui, nel 1811, ha banchettato anche Napoleone: l’antica Brauerei Zum Schiffchen lo ricorda con un angolo e vari cimeli dedicati all’imperatore (www.brauerei-zum-schiffchen.de) . Ma da sperimentare assolutamente sono i locali che animano la vita notturna del capoluogo. Ce n’è per tutti i gusti: bar dove si concentrano gli studenti, club raffinati in cui non è raro incontrare volti noti, indirizzi retrò, gay-only o alternativi. Tra i tanti si può segnalare Il Salon des Amateurs, un locale amato da artisti e musicisti, che propone proiezioni cinematografiche tutti i giovedì e musica per ballare durante i week end . Anche la Nachtresidenz e il  St. James sono raffinati locali after-hour , famosi per i DJ, la musica, le atmosfere e i vip che li frequentano (www.nachtresidenz.de; www.stjames.de ). Per  musica a tutto volume e vero party-time c’è Stahlwerk (www.stahlwerk.de); e chi vuole fare un tuffo negli anni ’70 troverà il suo indirizzo alla Trinkhalle (www.trinkhalle-duesseldorf.de) .

OFFERTA DI SOGGIORNO – DÜSSELDORF A’ LA CARD

Düsseldorf Marketing & Tourismus, l’ente di promozione turistica cittadino, propone il pacchetto Welcome2Art, pensato in particolare per gli amanti dell’arte contemporanea, che include una notte in hotel in camera doppia con prima colazione, un ingresso per la collezione permanente del Museum Kunstpalast, un ingresso per le collezioni permanenti Kunstsammlung NRW, K20 Grabbenplatz, Düsseldorf Welcome Card (che offre ingresso gratuito o sconti per ulteriori musei, attrazioni e la rete di trasporto pubblico cittadina) e kit informazioni sulla città con tariffe a partire da 58€ a persona in camera doppia. (www.duesseldorf-tourismus.de )

Düsseldorf

Düsseldorf, capoluogo del Land Nord Reno Vestfalia, conta 592.000 abitanti ed è la settima città della Germania per popolazione. Nucleo di cui si ha la prima menzione scritta nel 1135, è cresciuta come centro commerciale prima e industriale poi lungo il Reno. Moderna e cosmopolita, ma allo stesso tempo orgogliosa delle sue tradizioni, Düsseldorf rispecchia perfettamente lo stile di vita renano, un mix di operosità, internazionalità e joie de vivre (www.duesseldorf-tourismus.de )

Düsseldorf Airport

L’Aeroporto di Düsseldorf offre un importante network di voli intra-europei e sempre più voli intercontinentali.  Il suo bacino d’utenza conta 18 milioni di persone in un raggio di 100 chilometri. Nel 2012 sono stati 20,8 milioni i passeggeri che sono transitati in aeroporto. Düsseldorf è collegata all’Italia con voli diretti da e per Milano, Roma, Bari, Bologna, Cagliari, Catania, Firenze, Lamezia Terme, Napoli, Olbia, Palermo, Rimini, Torino e Venezia (www.dus.de )

By | 2020-07-01T15:15:39+02:00 Ottobre 2013|Destinazioni, Europa|