Hotel Monika: design nel piatto e nelle camere

 Hotel Monika: design nel piatto e nelle camere“CENE LENTE” per assaporare sia con il palato sia con gli occhi le delizie tirolesi, davanti allo spettacolo naturale delle Dolomiti

All’Hotel Monika il cibo si assapora con il palato e con gli occhi grazie alla creatività dello chef Karl Kirchler che oltre al sapore bada alla bellezza delle sue creazioni culinarie. Il cibo è buono ma anche bello. E alla doppia sorpresa, si aggiunge l’atmosfera: qui si mangia tra i meravigliosi paesaggi dolomitici. 

Cibo a km zero e design sul piatto: in breve la filosofia dell’enogastronomia dell’Hotel Monika, (il cui ristorante è aperto anche a chi non soggiorna in hotel); la carne proviene dagli allevatori del paese, pane e grissini sono fatti in casa, frutta e verdure sono fresche di giornata, le ricette sono tipiche del territorio e sono rivisitate in chiave contemporanea dallo chef alto atesino Karl Kirchler, che, oltre a comporre il sapore degli ingredienti, disegna i piatti con forme e colori simili a un’opera d’arte. Da mangiare e gustare con tutti i sensi. La cucina gourmet è stata insignita di premi di guide famose come  Gault Millau (1 cappello), Veronelli, Le Guide dell´Espresso e Touring Club Italiano.

Tra i piatti forti: arrosto di noce d’agnello su sughetto al timo e verdure alla provenzale e medaglione di coda di rospo con pesto al basilico, strudel alla ricotta con porcini saltati e julienne di porri con salsa al vino bianco. Ma ci sono anche ricette molto semplici e gustose, servite a tavola con i tipici contenitori di vetro, tagliere in legno, erbe di montagna. Una scenografia che regala alla cucina di Karl Kirchler un tocco artistico. Il gioco è intrigante: piatti semplici dal punto di vista della ricetta ma che divengono impegnativi per la presentazione ricercata e, al contrario, piatti dalla realizzazione complessa presentati in maniera minimalista. Un tocco calibrato per sorprendere gli ospiti ad ogni portata. La cantina custodisce più di 240 vini scelti con cura dalle migliori cantine del Trentino Alto Adige, da quelle delle regioni più interessanti d’Italia e anche dal resto del mondo.

L’enoteca è aperta due volte la settimana, per degustare un bicchiere di vino altoatesino accompagnato da stuzzichini. Oltre a scoprire dettagli interessanti sulla viticoltura, si possono acquistare vini eccellenti a prezzi vantaggiosi. Periodicamente vengono organizzate serate culinarie in collaborazione con Slow Food e con i Vignaioli dell’Alto Adige, per assaporare la vacanza anche con il gusto e l’olfatto.

Oltre al “food design”, il design puro, nella sua declinazione più classica, è di casa al Monika: non solo nei piatti ma anche nelle camere, spazi comuni e nella spa dell’hotel lo sguardo viaggia tra arredi dalle linee piacevolmente innovative. 45 camere di design con 14 stili diversi per rispecchiare la personalità dell’ospite, una spa di 800 m² dalla linea essenziale e pulita, una grande sala ristorante inondata di luce con vetrate a tutt’altezza, tradizionali stube in legno dall’accogliente atmosfera, una sala lettura con pianoforte a coda, terrazze e giardini dalle figure geometriche e perfette nella loro linearità: ecco in breve l’anima dell’hotel Monika.

Continuando con il tema  “food”, altri piccoli assaggi: la colazione mette di buon umore: un’ampia scelta di pane bianco, nero e integrale, compresi i tipici panini di segale pusteresi, da abbinare ai prodotti di qualità provenienti dai masi locali come uova, speck, formaggi e miele, sciroppi e creme spalmabili di frutta, yogurt e muesli vari, frutta e verdura fresca, angolo dolce con torte e brioche, e una vasta gamma di tè e tisane sfuse. Per una colazione più calorica, ci sono uova strapazzate, crêpes e altre leccornie.  L’offerta è davvero varia, con prodotti scelti anche per chi è a dieta, per chi soffre di diabete o celiachia.

A pranzo si può scegliere dal menù à la carte piatti sani ed energetici, portate semplici o ricche ispirate alla tradizione gastronomica altoatesina o alla cucina internazionale.

Quattro volte la settimana, nel pomeriggio, l’Hotel Monika sorprende con emozionanti attività a tema, come i dolci e gli strudel appena sfornati, le degustazioni di formaggi e miele, la merenda altoatesina, il pomeriggio dei canederli.

Alla sera la cena da buongustai di cinque portate soddisfa i palati più esigenti: piatti leggeri, delizie della val Pusteria e del Tirolo e della cucina mediterranea, con buffet di insalate e angolo dei formaggi. Da non perdere assolutamente al Wellness Hotel Monika di Sesto in Alta Pusteria, sono le serate a tema come quella dedicata alla cucina contadina tirolese, la serata italiana, la cena a lume di candela e i buffet di primi e di dessert.

Estate 2013 a partire da: 115 euro a persona, mezza pensione, ingresso alla spa, intenso programma di attività, snack pomeridiano.

Pacchetti e offerte speciali: http://www.monika.it

By | 2020-06-14T12:22:48+00:00 giugno 2013|Benessere, Hotel, News|