Viaggiare News
Destinazioni News

“L’asino di Virgilio” vi aspetta a Georgica

asino - Georgica

L’asino, da sempre, dimostra affetto verso chi gli dedica attenzioni, tanto da essere utilizzato anche a livello terapeutico. Tante saranno le emozioni il 21 aprile 2013, quando a Lido Po arriverà “L’Asino di Virgilio”! Dalle chiacchierate letterarie alle passeggiate a dorso d’asino: la domenica sarà interamente dedicata al mansueto quadrupede!

L’Asino di Virgilio” rientra nella manifestazione Georgica: una grande festa della natura, della terra, dell’acqua e del lavoro nei campi che animerà le rive del Po il 20 e il 21 aprile 2013. Tanti eventi in uno, per un appuntamento da non perdere.

Domenica a suon di Asinate – L’appuntamento con “L’Asino di Virgilio” comincia domenica, alle 9.30, con “Asinate a colazione”: chiacchierate intorno alla figura dell’animale più discusso e descritto dai pensatori. Non tutti sanno che il quadrupede è stato oggetto di riflessioni e scritti, da Giordano Bruno a Machiavelli, rivestendo ogni volta significati simbolici differenti. Seguiranno poi cenni di etologia dell’animale e riflessioni sulla sua utilità.

Alle 10.30 è la volta di “Un po’ d’asino”: una passeggiata lungo gli argini e tra i pioppeti di Lido Po. Una camminata di 5 km, facile e adatta a tutti, per esplorare al passo lento dell’asino le meraviglie del grande fiume. Gli asini sono dotati di sella per la docile cavalcatura dei bambini. Durante la passeggiata ci saranno racconti sugli animali fantastici del Po e della terra reggiana: dal Magalasso, il drago che in altri tempi terrorizzò il modenese, al Fojonco, un rapace notturno con tre zampe.

Nel pomeriggio, alle 15, “Asino Bus”: passeggiate a dorso d’asino nell’area della festa e zone attigue per tutti i bambini. Mentre alle 18.30 “L’Asino di Medardo”: il racconto di una storia goliardica, raccontata attraverso un telo colorato, concluderà la giornata dedicata all’asino.

Lungo le rive del Po – Georgica è la versione primaverile di “Piante e Animali Perduti”, che si tiene a Guastalla ogni anno in settembre, con cui condivide l’impegno nella difesa della biodiversità e delle tipicità del luogo. Da una parte le pratiche agricole del lavoro dei campi e i frutti della terra, dall’altra l’acqua come fonte di vita, risorsa per la pesca, via di comunicazione e scambio con altre culture. Lo scenario della manifestazione sarà il Lido Po, lungo le rive del grande fiume. Inoltre per gli spettacoli musicali e i convegni sarà a disposizione una motonave, che fungerà anche da ristorante.

Un tempo balneabile, il Po richiamava molti turisti, soprattutto d’estate, che affollavano le sue rive, come in una spiaggia. Oggi il fiume e la zona di Lido Po è un territorio poco frequentato, forse poco valorizzato, ma che sa offrire ancora dei panorami naturali spettacolari, dove la vegetazione cresce incontaminata e dà riparo alla fauna selvatica autoctona. E non solo: gli ambienti affascinanti delle golene, i monumenti e le chiese di campagna, i numerosi tesori artistici da scoprire, i prodotti della terra e le eccellenze gastronomiche. Un territorio da attraversare in bicicletta o a piedi, fra alzaie e argini maestri, stradine di campagna e sentieri che lambiscono le rive del fiume, per assaporarne nel silenzio e nella lentezza l’atmosfera autentica.

 I sapori autentici di un tempo – Profumi e colori della natura, sapori dimenticati che ricordano un tempo passato, ma tutti da riscoprire nel corso di Georgica. Il primo appuntamento è quello con frutti, fiori, ortaggi e sementi: una mostra mercato dedicata alle varietà tradizionali. Dalle specie più note a quelle più rare, numerosi espositori proporranno differenti prodotti provenienti dal mondo vegetale.

L’esposizione continua con i prodotti eno-gastronomici biologici tipici e dimenticati. Da una parte l’accento è sulla coltivazione biologica, sempre più riconosciuta e valorizzata, che permette di mettere in tavola un prodotto puro e sano, legato alle stagioni e alla natura. Una sensibilità, in continua crescita, verso un’alimentazione consapevole e di qualità. Dall’altra parte una mostra di prodotti gastronomici del passato, oggi dimenticati, specie che non si trovano più nei mercati tradizionali e che qui si possono ammirare in tutte le loro più tipiche caratteristiche.

Georgica avrà naturalmente anche uno spazio dedicato alla cultura, non a caso il nome scelto per la manifestazione richiama il poema del grande Virgilio, le Georgiche. 

 

Info:UIT Informazione e Accoglienza Turistica, strada Gonzaga 16, Guastalla (RE), tel. 0522 839763, uit@comune.guastalla.re.it; www.georgica.it.

 

 

CONDIVIDI:

Articoli simili

Gli Orient-Express Hotels offrono pacchetti tutti al femminile

redazione1

Food Truck, le nuove tendenze di Boston

anna.rubinetto

Un’estate piena di sorprese al Badrutt’s Palace Hotel

claudia.dimeglio

Scrivi un commento

Please enter an Access Token