Viaggiare News
Destinazioni News

Un nuovo Ente, l’Abu Dhabi Convention Bureau, per supportare l’Emirato nel settore degli eventi business

Con l’Abu Dabi Convention Bureau, l ’Emirato intende entrare entro cinque anni, nella Top 50 mondiale delle Association Meetings Destinations.

Per questo Abu Dhabi ha istituito un nuovo ente in linea con le ambizioni in ambito business event dell’Emirato, con l’obiettivo dell’inserimento nella classifica dell’ International Congress and Convention Association (ICCA) tra le top 50 destinazioni nei prossimi cinque anni. ’Abu Dhabi Convention Bureau, , supporterà la crescita del settore MICE dell’ Emirato, stringendo stretti rapporti con l’industria e provvedendo al supporto non solo finanziario delle varie attività.

“Daremo supporto gratuito e assistenza ai professionisti del settore per convention, incentive e  exhibition, a aziende e associazioni –  ha spiegato Jasem Al Darmaki, Deputy Director General, TCA Abu Dhabi – affinché possano partecipare a gare, vincere e tenere conferenze, grandi eventi business, meeting e congressi ad Abu Dhabi” .

‘“È un chiaro segnale della maturazione del mercato dell’industria MICE locale e regionale e della sua controparte internazionale – ha quindi aggiunto il  Deputy Director General, TCA Abu Dhabi – perchè Abu Dhabi sta dando priorità a questo settore come non mai, in linea totale con la visione economica Abu Dhabi 2030. La costituzione del bureau dimostra anche il riconoscimento del potenziale del settore MICE al fine di contribuire alle aspirazioni turistiche di Abu Dhabi e generare un significativo impatto economico per la destinazione incrementando il numero degli ospiti.

Ed ha ancora  sottolineato che l“Abu Dhabi Convention Bureau è un’efficace piattaforma che guiderà e supporterà lo sviluppo e la promozione del business event attraverso l’Emirato in modo effettivo e trasparente, in partnership con gli stakeholders. La missione dell’ente è posizionare l’ Emirato come leader dinamico e globale del business event”.

Il Bureau, che avrà al suo interno professionisti internazionali e emiratini, fornirà una vasta serie di servizi per l’industria incluso supporto alla sottomissione delle domande di gara, campagne di generazione dei delegati, coordinazione degli stakeholder locali, consigli sulla destinazione, coordinamento del supporto governativo e assistenza marketing.

Per questo, “Stiamo cercando di focalizzarci  quest’anno – ha rilevato Jasem Al Darmaki – su 6 eventi business principali, che diventeranno otto l’anno prossimo e dieci nel 2015. In quanto la nostra strategia sarà di seguire opportunità nel mercato locale che possano generare business nel breve periodo mentre costruiamo relazioni internazionali per sviluppi nel lungo periodo”.

Aggiungendo che “Le tempistiche non potrebbero essere migliori; offriamo al momento la più bassa tariffa delle camere, che può essere determinante per gli organizzatori di eventi che si guardano intorno per trovare una location e la nostra disponibilità di camere è ora tale da poter permettere l’organizzazione di eventi con grandi numeri. Possiamo quindi proporre i nostri tratti distintivi come tariffe competitive, costi intelligenti, valore aggiunto e prodotti innovativi.

“Nel 2011, l’ICCA ha classificato Abu Dhabi alla 234esima posizione per l’organizzazione di otto importanti eventi che si sono tenuti nella destinazione. L’anno scorso abbia dimezzato la classifica e contiamo tra qualche mese di essere inseriti nei Top 150”.

Il nuovo Ente è stato istituito dopo un dettagliato studio sull’impatto economico, commissionato da TCA Abu Dhabi, che ha mostrato come il 19% dei visitatori dei maggiori business event siano internazionali, non residenti negli EAU. Ciascuno di essi ha speso circa 10.000 dirham (US $2.723) per evento, mentre i visitatori locali hanno speso circa 640 dirham (US $174). L’impatto economico totale generato dai business event a Abu Dhabi è stato, nel 2010, pari a 2.4 miliardi dirham (US $653 milioni).

Ed ancora, uno studio commissionato da TCA Abu Dhabi e Abu Dhabi National Exhibition Centre (ADNEC), prevede che l’impatto economico generato dai business event a Abu Dhabi crescerà in media del 7% per anno, fino al 2020.

La crescente adeterminazione di Abu Dhabi per affermarsi come destinazione MICE di eccellenza, anche per il successo dell’anno scorso presso l’ADNEC, per il World Ophthalmology Congress (WOC) e altri interessanti congressi, ha determinato l’istituzione del nuovo Bureau.

L’affermazione nelWOC 2012 è stata molto importante  per le ambizioni MICE internazionali di Abu Dhabi – ha detto Mubarak Al Nuaimi, Director Promotions & Overseas Offices, TCA Abu Dhabi – che rimane il più ampio congresso tenutosi nell’Emirato con oltre 12.000 delegati intervenuti all’ADNEC, l’80%dei quali alla loro prima visita nella capitale degli EAU”.

Per il futuro, l’ Emirato ha già ottenuto di fornire l’ospitalità del 20th Asia Pacific Congress of Cardiology, che si terrà presso l’ADNEC nel 2015, il World Travel & Tourism Global Summit il prossimo aprile presso il Jumeirah at Etihad Towers, la conferenza annuale del The Institute of Travel & Tourism il prossimo mese di giugno presso il Fairmont Bab Al Bahr e l’International Conference on Neurology & Epidemiology a novembre 2013. Mentre, nel 2015  sarà tenuto il 16th World Congress on Tobacco or Health all’ADNEC e il 70th Annual Conference of the World Association of Zoos and Aquariums presso l’Al Ain Wildlife Park & Resort (AWPR).

Inoltre, l’ Ente sta  potenziando il programma “Abu Dhabi Advantage”  che mira a portare eventi internazionali nell’Emirato e che sarà presentato in una rinnovata veste al Gulf Incentive, Business Tourism & Meetings exhibition (GIBTM), che si terrà all’ADNEC dal 25-27 marzo. “L’anno scorso oltre 12 conferenze ed exhibition – ha affermato Al Nuaimi – hanno ricevuto il supporto di TCA Abu Dhabi sotto l’egida dell’Advantage Abu Dhabi Incentive” .

Infine, per rafforzare lapropria importanza come destinazione per il MICE a livello globale, l’Abu Dhabi Convention Bureau ha stretto partnership con importanti organizzazione leader del mercato tra cui: The Energy Cities Alliance; the Future Convention Cities Initiative; the International Congress and Conventions Association; Meeting Professionals International; the Society of Incentive Travel Executives e UFI – the Global Association of the Exhibition Industry.

CONDIVIDI:

Articoli simili

A Predoi (Bz) nell’area Vacanze Valle di Tures e Aurina il 4 marzo va in scena il ballo di Carnevale

redazione1

Arriva nugo, l’app per pianificare e acquistare viaggi door to door

ugo

Likibu: top 10 mete di lusso per San Valentino

redazione1

Scrivi un commento

Please enter an Access Token