Viaggiare News
News

Perdita bagaglio

 

CONSIGLI PRATICI

La perdita del bagaglio è una delle paure che attanaglia il viaggiatore all’arrivo in aeroporto, quando in piedi davanti al tappeto rotativo si aspettano le valige. Rassicuratevi però, perchè in caso della spiacevole perdita, esiste una regolamentazione ben precisa: fa testo il Regolamento dell’Unione Europea.

Cosa fare in caso di mancato arrivo
La situazione va immediatamente denunciata allo sportello Lost and Found, presente in ogni aeroporto, ove vi sarà chiesto di compilare il Pir (Property Irregulary Report) ossia Rapporto Irregolarità Bagaglio. Il documento è ovviamente da conservare e consigliamo di farlo anche quando la compagnia attesta che il suddetto bagaglio è stato imbarcato su un volo successivo.

Una volta sporta denuncia, saranno due i casi da affrontare

Riconsegna
Se il bagaglio viene ritrovato, si può comunque richiedere un rimborso spese per i beni di prima necessità. La richiesta va inviata alla compagnia aerea entro 21 giorni dalla restituzione, allegando la copia del Pir, del biglietto aereo, e degli scontrini. Verificate che la valigia sia restituita nella condizioni della sue registrazione perchè in caso di danneggiamento sarà necessario un’ulteriore denuncia allo sportello Lost and Found, seguita da una raccomandata con copia di biglietto e denuncia.

Perdita
Il bagaglio è da considerare perduto passati 21 giorni dalla denuncia. Ufficialmente smarrito, sarà necessario inviare una richiesta di risarcimento: in raccomandata con ricevuta di ritorno, allegati copia del biglietto e del Pir.

In entrambi i casi, per chi vola con le compagnie europee, il risarcimento massimo è pari a 1150 euro a valigia, anche se la compagnia non ha colpe dirette. Si può ottenere un rimborso più importante unicamente se al momento del check-in si dichiara il valore del bagaglio, pagando un apposito supplemento a seconda del valore dichiarato.

I dettagli utili da conoscere
Se acquistate il biglietto aereo con una delle principali carte di credito, queste comprendono generalmente un’assicurazione automatica per il caso di smarrimento o perdita di bagagli etichettati. Le condizioni variano da carta a carta ma i rimborsi eventuali possono situarsi tra i 500 e 3 000 euro. Altra accortezza da avere è quella di marcare sistematicamente il proprio bagaglio con un etichetta riportante nome cognome, indirizzo e telefono. Condizione necessaria al rimborso e per evitare contestazioni. Da sapere infine che i rischi di smarrimento aumentano con il through-check-in cioè, quando in caso di scalo, la valigia ripassa al check-in, con trasbordo da un velivolo ad un altro.

CONDIVIDI:

Articoli simili

Italia in bicicletta, il contest fotografico indetto da Il Touring Club per chi viaggia con calma

redazione1

Emozione3: estate in città

redazione1

La Spagna presenta quattro destinazioni al Roma Travel Show

Harry

Scrivi un commento

Please enter an Access Token