Viaggiare News
Africa Destinazioni Golf

MAROCCO, dal Mediterraneo all’Oceano Atlantico il golf tra paesaggi mozzafiato,cultura e leggenda

 

Ecco cosa propone il Marocco per unire passione per lo sport e vacanza, per tutto l’anno

 Il clima è mite 365 giorni all’anno, 22 sono gli esclusivi campi da golf presenti sull’intero territorio marocchino, dalle coste dell’Oceano al Mediterraneo o nel cuore dell’Atlante, tra terre leggendarie, cariche di cultura.

Il Marocco offre un’ampia possibilità di scelta per soddisfare i desideri di tutti gli amanti del golf, dal principiante al professionista, dallo sportivo al business man, dal single alla famiglia. Tutti coloro che praticano il golf per lavoro o per passione, dunque a qualunque livello, potranno scegliere tra un’ampia varietà di terreni e strutture con servizi personalizzati. Tutti i green in Marocco, senza alcuna eccezione, combinano panorami da sogno con prestazioni di alta qualità, eleganza, convivialità e relax. Ogni campo da golf possiede un proprio carattere distintivo, frutto dell’eccellenza dei diversi architetti che li hanno progettati e della grande varietà di superfici offerte dal Marocco.

Ciliegina sulla torta della vacanza, i golfisti potranno scegliere di dedicarsi a escursioni culturali, di svolgere percorsi benessere di alta qualità o di passeggiare nella natura. I numerosi aeroporti internazionali nel Paese permettono, inoltre, di collegare ogni campo da golf con il resto del mondo in poche ore.

Il Marocco mette a disposizione 4 circuiti diversi:

–       il golf sulle rive del Mediterraneo: nel nord del Marocco, all’altezza del punto di incontro tra il Mar Mediterraneo e l’Oceano Atlantico. Tre campi da golf particolari, molto popolari tra i giocatori europei d’estate e d’inverno. Questo circuito costituisce un’occasione per scoprire la “Perla dello Stretto”, Tangeri, e visitare Tetouan, la cui Medina è stata dichiarate Patrimonio Mondiale dell’Unesco.

 –       il golf alle pendici dell’Atlante: cinque green con vista sulle montagne innevate dell’Alto Atlante, aria pura e sole. I campi da golf sono situati nei dintorni di Marrakech, la città del golf per eccellenza.

–       il golf nel cuore della cultura: dieci campi da golf realizzati intorno ad alcune delle principali città marocchine: Rabat, Fez, Meknés, Casablanca, El Jadida o Benslimane. Un sontuoso viaggio storico e culturale nel cuore di città millenarie, autentiche, segnate dalla storia del Marocco Imperiale, dove la modernità convive con le più eccezionali opere architettoniche arabe ed islamiche.

–       il golf sotto il Sole: quattro green nelle immediate vicinanze di Agadir, città che sta acquistando un ruolo di rilievo nel panorama golfistico marocchino. Tra mare  e monti, con i suoi 360 giorni di sole l’anno, una temperatura mite e 10 km di spiagge bellissime, Agadir propone ai suoi giocatori, oltre al golf, molte attrazioni turistiche per soggiorni che prevedono la scoperta culturale di un entroterra favoloso, il benessere (con la creazione di centri di talassoterapia) e, naturalmente, la scoperta della cucina marocchina. Ad accogliere i golfisti un’atmosfera di vacanza, con profumi di eucalipto, ginestre, mimose che incorniciano questa famosa baia sulla costa Atlantica.

LE STRUTTURE                                                                                                        


TANGERI: il Royal Golf di Tangeri                                                                      

Questo campo da golf,  il primo in Marocco,  ha mantenuto l’aspetto naturale e autentico che i suoi designer,  Cotton e Pennink gli hanno dato nel 1914.

Da allora è stato ristrutturato e modernizzato, ma lo spirito “British” originale è stato conservato.

L’incanto inizia dal belvedere del club house da dove è possibile ampliare il putting green, il practice, e prosegue lungo i viali ombreggiati di pini, abeti e di eucalipti.

Il punto più alto al green del 5 ricompensa con una splendida vista dei tetti di “Tangeri la bianca”.

ESSAOUIRA: il Golf di Mogador

Un invito al viaggio. Il terreno di questo golf, completamente nuovo e realizzato da Gary Player, combina brillantemente buche sul lungomare, come nei golf scozzesi, con le buche immerse nella sabbia, come in Arizona. I due campi da golf da 18 buche offrono un’esperienza di gioco meravigliosa, a contatto diretto con la natura. L’intero campo è stato realizzato secondo il concept dei “giardini filtranti”, un innovativo sistema di tutela delle risorse idriche.

MAZAGAN: il Mazagan Golf Club

Questo favoloso green è stato insignito del prestigioso premio IAGTOcome Miglior Resort Golf 2013 nella categoria Resto del Mondo.                                                                                                                                 Composto da 18 buche, questo campo è stato progettato da Gary Player, giocatore di golf del Sud Africa, considerato uno dei migliori nella storia di questo sport. Con una lunghezza totale di 6.885 m, è il campo più lungo in Marocco. Possiede diversi tee che permettono ai giocatori di tutti i livelli di sfruttare pienamente le sue peculiarità.

RABAT: il Royal Golf Dar Es Salam

Una leggenda per gli appassionati di golf, un terreno mitico e magico. È questo il luogo in cui si celebra il prestigioso Trofeo Hassan II.

Inaugurato nel 1971 e progettato da Robert Trent Jones, è un maestoso terreno da 45 buche, con splendidi fairway che serpeggiano tra eucalipti, palme, giacinti, narcisi, mimose, papiri e colonne romane.

MARRAKECH: il Royal Golf de Marrakech

Uno dei campi da golf preferiti del re Hassan II, ma anche di famosi giocatori come Winston Churchill, Lloyd George, Eisenhower…

Progettato nel 1920 da Arnaud Massy, poi modernizzato, è stato realizzato pensando al piacere del gioco ai piedi delle cime innevate dell’Atlante.

In questo ambiente in cui crescono cipressi, palme, eucalipti, ulivi, aranci e albicocchi, la gioia del gioco si combina al piacere dei sensi, facendo di questo green un’esperienza indimenticabile.

MARRAKECH: Al Maaden Golf Resort

Questo moderno campo da golf si estende per più di 70 ettari di terreno ondulato, incastonato tra le colline, con le cime delle vicine montagne dell’Atlante sullo sfondo, nei pressi della città di Marrakech.                                                                                                                  Il progetto, che conta 18 buche, è stato realizzato da Kyle Philips, designer di golf di fama internazionale.

I bunker strategicamente posizionati danno ai giocatori più linee di gioco dal tee. All’interno del golf resort, sorge il 5 stelle Hotel Park Hyatt.

FEZ: il Royal Golf di Fez

Creato nel 1994, questo terreno è una tentazione a cui pochi giocatori resistono.                                                                                                                                                     Situato ai piedi dell’Atlante, dove l’architetto Cabell B. Robinson ha tratto vantaggio dai capricci della natura e dalle ondulazioni del terreno per disegnare un meraviglioso campo da golf da 18 buche in un uliveto.

Il Royal Golf di Fez è aperto tutto l’anno e offre piste che serpeggiano tra giganteschi laghi e bunker tra cui il più grande raggiunge i 1200mq.

EL JADIDA: il Royal Golf di El Jadida

Ogni tappa del percorso è un invito a vivere in spirito di libertà e di evasione. Il giocatore è in armonia con la natura dalla prima all’ultima buca. Queste sensazioni sono rafforzate dal lavoro dell’architetto Cabell B. Robinson che ci porta tra sorprese fino alla spettacolare magia delle ultime tre buche sull’oceano.

 Creato nel 1993, il Royal Golf di El Jadida offre tutto l’anno una vegetazione variegata, l’altezza spettacolare delle sue araucarie, la serenità dei suoi laghi e la vastità dell’oceano.

AGADIR: Il Golf de l’Océan

ll recente Golf de l’Océan offre tre nuovi terreni da nove buche, realizzati da Collins Belt. La particolarità di questa struttura è la possibilità di giocare sia nel fogliame fresco della foresta di eucalipti, che di fronte all’oceano, persi tra le dune. Il Golf de l’Océan offre inoltre l’opportunità unica di giocare 81 buche sullo stesso sito, grazie alla vicinanza del Golf du Soleil e del Golf des Dunes e ad un intelligente sistema di ingresso.

 

 Per maggiori informazioni:  www.visitmorocco.com  – www.marrakech.travel

CONDIVIDI:

Articoli simili

Vivere New York con il NYC Sunday Night Stays per una domenica diversa

redazione1

In Tirolo il Biohotel Stanglwirt offre un’ospitalità anche a misura di bambino

redazione1

Il Romantik Hotel Villa Margherita di Mira propone un romantica cena nella Laguna di Venezia

redazione1

Scrivi un commento

Please enter an Access Token