Progetto Jana: passa attraverso tradizione, artigianato, agricoltura e turismo la rivalutazione della penisola dell’Ogliastra

 

 Il progetto Jana, che si svilupperà nella penisola dell’Ogliastra, in una zona incontaminata ed autentica della Sardegna vuole , tra tradizione, artigianato, produzione locale, agricoltura e turismo,  rilanciare una zona  splendida ma relativamente poco sviluppata, della Sardegna. Sempre nel rispetto della natura, per preservare gli straordinari paesaggi, davvero unici, dell’isola.

Il Consorzio, in corso di costituzione, è creato dalla società Jana  e sarà composto da tutti gli artigiani che acquisteranno i 50 laboratori presenti all’interno del borgo Artigianale. Il Consorzio ha il compito di regolare l’attività degli artigiani che devono rispettare una serie di regole inderogabili quali: l’utilizzo degli abiti da lavoro tradizionali, l’utilizzo esclusivo di materie prime sarde, l’obbligo di fare le lavorazioni tipiche di ogni manufatto in diretta e in qualsiasi ora dell’orario di apertura. Il Consorzio si fa inoltre promotore di tutte le iniziative artistiche e culturali, dell’organizzazione del calendari degli spettacoli, degli eventi, delle mostre e delle degustazioni e della nascita della cooperativa dei prodotti sardi. La cooperativa dei prodotti sardi nasce con l’intento di creare una rete di produzione e distribuzione dei prodotti agroalimentari e artigianali sardi in tutto il territorio della Sardegna con particolare attenzione a tutte le strutture turistiche. Il progetto è stato ideato e sarà portato avanti dal  gruppo imprenditoriale presieduto da Giorgio Mazzella,  pioniere del turismo in Sardegna, amministratore di una Holding che vanta tra le sue  proprietà alcune tra le più esclusive e prestigiose strutture alberghiere della Sardegna, dove opera con successo da oltre 40 anni.            

Il Progetto Jana   prevede:

  • la realizzazione del Borgo Artigianale Sardo con 50 laboratori con abitazioni annesse, un  Centro Congressi polivalente, 2 ristoranti, un parcheggio interrato , per un totale di circa 11.000 mq;
  • la realizzazione di Multiproprietà, Cond-hotel, Case Albergo Vacanze, per un totale di circa 27.800 mq
  • la realizzazione di, Case Tradizionali, per un totale di circa    23.800 mq
  • l’interazione con il Porto turistico Marina di Arbatax;

Un Borgo Artigianale Sardo, una sala polivalente da 500 posti ( con all’ interno gli studi televisivi dell’emittente Sardegna 1 che trasmetterà spettacoli di folclore, informazione e cultura sarda),  case albergo  vacanze e multiproprietà: il tutto immerso in ampi spazi verdi. Il progetto sarà realizzato a  Tortolì – Arbatax, con la condivisione e la collaborazione  delle istituzioni e di tutte le associazioni di categoria degli artigiani, al fine di realizzare un nuovo ed articolato modello di turismo integrato a schema aperto, integrato  al centro abitato, alle tradizioni ed alla cultura del territori, che ha come obiettivo quello  di creare uno  sviluppo compatibile e sostenibile. Una volta terminato l’intervento, che prevede circa 1.500 nuovi utenti, si avrà un notevole incremento delle presenze stagionali,ma  prevalentemente fuori stagione e coinvolgerà tutte le filiere produttive.(Turismo, Artigianato, Cultura, Folclore, Allevamento e Agricoltura) L’iniziativa, unica nel suo genere, aprirà nuovi orizzonti nella gestione delle attività fruibili in tutto il territorio. L’intervento dovrebbe essere completata entro tre anni dall’inizio dei lavori. Il Borgo Artigianale sarà il vero motore del Progetto di  Integrazione Turistica e avrà al suo interno 50 laboratori artigiani di produzione e vendita con abitazione annessa. Gli artigiani al lavoro daranno vita ad un Borgo affacciato su una grande piazza ,che sarà occasione di incontro e di aggregazione e accoglierà, oltre ai prodotti dei 50 artigiani di Jana, anche tutti i manufatti provenienti dagli artigiani e, gli agricoltori e gli allevatori sparsi nel territorio isolano Il Borgo sarà fruibile non solo agli utenti del Progetto Jana, ma anche dai turisti che soggiornano negli alberghi, nei bed & breakfast e nelle strutture turistiche già esistenti, e alle popolazioni che risiedono in Ogliastra e  in tutta la Sardegna All’interno del Borgo Jana nascerà la prima Cooperativa dei prodotti tipici sardi per la commercializzazione e la vendita per introdurre, finalmente, anche in Sardegna il concetto di gestione organizzata nei servizi di approvvigionamento delle derrate alimentari e artigianali. La realizzazione del Borgo Artigianale Sardo rappresenta  una soluzione al problema della marcata stagionalità del turismo isolano e al problema della mancata connessione tra il settore turismo e i settori dell’artigianato tipico e dell’agroalimentare. Infatti, a fronte  di una grande varietà di produzioni artigianali di livello qualitativo eccelso, queste, se non in rari casi, riescono ad entrare in maniera stabile nel circuito della fruizione turistica. All’interno del Borgo Jana è prevista la realizzazione di un centro congressi da 500 posti, capace di ospitare grandi eventi e manifestazioni, per attrarre tipologie di turismo diverse da quelle tradizionali basate sul binomio sole-mare. Il centro Congressi sarà inoltre la base per la produzione delle trasmissioni culturali e di folclore dell’emittente Sardegna1. Il Borgo Artigianale sarà dotato di un garage interrato a livello -1 con 400 posti auto collegati al Borgo da 5 ascensori e diverse rampe.  

CAV E MULTIPROPRIETA’ Nell’area interessata al Progetto Jana  saranno costruite delle  CAV (case albergo vacanze) o dei Condotel e delle Multiproprietà, ideali per un tipo di soggiorno esteso a tutto l’anno o a lunghi periodi in una realtà che ancora esprime un forte legame con il territorio, le tradizioni e la cultura locale. Tutte le costruzioni saranno adagiate sul pendio e saranno  realizzate in pietra, legno e cotto, secondo le tradizioni dell’antica architettura sarda. Gli edifici saranno immersi in ampi spazi verdi e saranno dislocati in un’area dove saranno presenti servizi di qualità.  

CASE TRADIZIONALI Il progetto Jana prevede anche la realizzazione di abitazioni private , immerse nel verde, realizzate in pietra e materiali naturali secondo la tradizione dell’architettura sarda, ideali per chi desidera soggiornare per  lunghi periodi.  

IL TRENINO VERDE Nel Progetto Jana rientra anche la promozione del percorso del trenino verde con l’obiettivo è di far scoprire a turisti le bellezze paesaggistiche, archeologiche e le numerose risorse che offre l’Ogliastra. La fermata del Trenino si trova a 100 metri dall’Ingresso del Borgo Artigianale Jana. Saranno, inoltre, coinvolti tutti i Comuni Ogliastrini che potranno contribuire alla realizzazione di itinerari e percorsi che consentiranno di attrarre visitatori anche in occasione di sagre paesane e manifestazioni locali. I paesi non interessati dal percorso del Trenino verde verranno comunque raggiunti con delle escursioni in Pulman o in Jeep. La Mandas-Arbatax è una linea ferroviaria turistica a scartamento ridotto della Sardegna, caratterizzata sia dai locomotori d’epoca che dallo scartamento ridotto dei binari. Caratterizzate da tracciati tortuosi, situati in zone suggestive, dal punto di vista paesaggistico, le ferrovie a scartamento ridotto sarde hanno sempre attirato l’attenzione dei viaggiatori per gli scenari che si presentavano durante i viaggi lungo queste linee. Già nel 1921 lo scrittore britannico David H. Lawrence, nel suo libro Mare e Sardegna, raccontò le sue esperienze di viaggio lungo la Cagliari-Isili-Sorgono.

La nascita del nuovo Borgo Artigianale Jana e l’inizio dei voli low cost sull’aeroporto di Tortolì Arbatax, porteranno un nuovo flusso turistico anche in bassa stagione con un target medio alto di tipo familiare, che normalmente cerca strutture di tipo residenziale dotate di una loro autonomia e indipendenza, all’interno di una struttura alberghiera organizzata. L’obiettivo è quello di realizzare un Centro Turistico-Residenziale Integrato che, oltre ad entrare in perfetta simbiosi con l’area urbana di Tortolì-Arbatax, coinvolga la popolazione con le sue tradizioni e i prodotti locali.

Si è previsto di realizzare subito tutto il progetto costruendo inizialmente il rustico finito esternamente, comprese le opere di urbanizzazione (strade, impianti, giardini) al fine di poter iniziare le vendite con il grande vantaggio di permettere al cliente di avere una visione globale del Progetto ed allo stesso tempo di poter offrire la possibilità di scegliere la metratura , le finiture ed i materiali secondo le proprie esigenze.
Foto by Gruppo Mazzella

 Claudia Di Meglio 

By | 2014-06-24T11:17:34+02:00 Novembre 2012|Destinazioni, Hotel, News|