Viaggiare News
Destinazioni

A Bussolengo, riapre il villaggio di Natale

Un grande calendario dell’Avvento apre le porte della 16a edizione del Villaggio di Natale di Flover a Bussolengo (Vr). Si apre una finestra e si entra in un mondo magico, da favola, dove passo dopo passo ci si addentra nelle tradizioni del Natale delle capitali europee, tra gnomi all’opera, luci, colori, musica, doni, addobbi e golosità. Londra e il fascino della corona, storie di re e regine con decorazioni che ricordano la capitale inglese e la sontuosa Vienna, tra ricchi decori, musica e dolci profumi che escono dai caffè per arrivare poi nell’elegante Parigi con i suoi atelier e un albero speciale che ricorda la Tour Eiffel.
Una grande mongolfiera colorata farà sognare e tornare bambini, nella più classica delle ambientazioni natalizie, mentre Babbo Natale aspetta tutti nella sua grande casa piena di sorprese, dove i bambini potranno consegnare la loro letterina e osservare gli gnomi che preparano dolci speciali in cucina, mentre lo gnomo Francobollo inserisce al computer i nomi dei bambini buoni ai quali Babbo Natale consegnerà i regali tanto meritati. Ispirato al romantico borgo medievale Rothenburg ob der Tauber, in Germania, il Villaggio di Natale Flover è il più grande mercatino di Natale al coperto in Italia, con oltre 7 mila metri quadrati dedicati alla festa più amata e attesa dell’anno.
Il Villaggio conquista tutti: i bambini rimangono incantati nel vedere gli gnomi all’opera, luci, colori, e animali in movimento, i più grandi hanno la sensazione di fare un passo indietro nel tempo e di rivivere la propria spensierata infanzia.
Come in un vero villaggio, ai bordi delle strade, gli artigiani al lavoro: il pirografo che realizza quadretti bruciando il legno, l’intagliatore di candele, la decoratrice dei fiori pressati e molti altri maestri che creano le loro opere davanti agli ospiti.

CONDIVIDI:

Articoli simili

Sei mesi tutto pagato alle Canarie, grazie allo smart working

claudia.dimeglio

Una vacanza diversa in Ticino con i bambini

claudia.dimeglio

Le spiagge più segrete della costa Catalana

ugo

Scrivi un commento

Please enter an Access Token