Un consiglio B-LEISURE: andar per fiere anche per scoprire le meraviglie del territorio lombardo

Belgioioso B-LEISURE

Business, lavoro, stress e ritmi di vita frenetici….siamo in Lombardia, regione che è il motore economico di questa nostra bella Italia! Molti business man (e woman) arrivano in Lombardia da ogni regione italiana, ma soprattutto dall’estero, attirati dalle numerose fiere che vi si svolgono. Spaziando tra i settori più disparati, le fiere possono essere un volano determinante per un incremento turistico significativo, spingendo i viaggiatori alla scoperta di quanto il territorio lombardo può offrire. L’idea è – secondo il progetto B-LEISURE realizzato da Explora, DMO di Regione Lombardia e Unioncamere Lombardia – di promuovere il turismo territoriale presso coloro che giungono in Lombardia per partecipare ad una fiera.

Chi ha detto che la vita debba essere fatta solo di lavoro? Ritagliamoci degli spazi per noi per ammirare un bella chiesa, il suggestivo paesaggio di un fiume il cui corso si fa strada tra gli alberi o, perché no, assaggiando i prodotti enogastronomici offerti dalla regione!Belgioioso B-LEISURE

Ai primi di giugno, tanto per fare un esempio, si è svolta presso il Castello di Belgioioso (Pv) la fiera “Armonia”, il cui nome evocativo la dice lunga sui contenuti: yoga, tai chi, shiatsu, reiki, ayurveda, massaggi decontratturanti, cristalloterapia, musicoterapia e tanto altro, un vero invito a prendersi cura del proprio corpo e della propria anima. Trovandosi il castello nella zona sud della Lombardia, perché non approfittarne per andare alla scoperta di Pavia e delle sue chiese ricche di storia e di arte, del Castello Visconteo, del Duomo e dei suoi dintorni, dove campi seminati a riso si alternano a ordinate vigne che, grazie al sapiente lavoro di esperti enologi sono in grado di offrire prodotti di alta qualità?Il Gandulin B-LEISURE

Le occasioni per una sosta, a pranzo o a cena, sono tante e tra gli indirizzi da segnalare c’è “ Il Gandulin”, una sorta di osteria ricavata da un’antica casa, dove ci si siede tutti insieme intorno ad un bancone, facendosi servire cremosi risotti o assaggi di formaggi della zona. Squisiti e dal sapore pieno e genuino!Ticino B-LEISURE

Dopo pranzo consiglio una rilassante navigazione sul Ticino a bordo di una comoda imbarcazione da cui si possono ammirare le sponde boscose e accordare i battiti del proprio cuore con il lento fluire della corrente del fiume. Relax totale!L'ustaria di Giugaton B-LEISURE

E per cena? Per godere il fresco di un giardino ricco di piante, dove incredibilmente non si viene tormentati dalle zanzare, basta andare a Travaco Siccomario, poco fuori Pavia, all’Hustaria di Giügatòn, dove i tradizionali ravioli ripieni di ortiche, uno squisito risotto con fagioli e un vitello tonnato preparato in casa concludono in bellezza una giornata piena di sorprese e di bontà gastronomiche.salumificio di Varzi B-LEISURE

La zona del Pavese è famosa anche per i suoi salumi, perciò è d’obbligo una sosta ad un salumificio di Varzi, la patria dei salumi. In particolare, il salumificio La Scaletta dei fratelli Garabello è raccomandato per la sua produzione di salame di Varzi D.O.P., fatto con la carne della coscia del maiale (quella che si usa per la produzione dei prosciutti) e con poco grasso, in modo che risulti più leggero e digeribile, oltre che davvero squisito.Ca del Santo B-LEISURE

Spostando di pochi km si raggiunge l’Azienda Agricola Ca’ del Santo, a Campolungo di Montalto Pavese, di proprietà dei coniugi Laura Bozzi e Carlo Saviotti, che su prenotazione organizzano saltuariamente delle degustazioni di ottimi vini prodotti dall’azienda, come lo spumante metodo classico Pinot Nero 100% o la classica Bonarda dell’Oltrepò, ad accompagnare deliziose tartare a punta di coltello o tajarin fatti in casa, conditi con ragù di carni miste. Una sosta veramente golosa, da non perdere, anche per entusiasmarsi per gli squisiti vini dell’Oltrepò!Ca del Santo B-LEISURE

Spero di aver suscitato il vostro interesse e la prossima volta che andrete in Lombardia per una fiera non vi limiterete al lavoro e farete anche qualche escursione alla scoperta di un territorio a volte non sufficientemente apprezzato, che ha, però, molto da offrire, regalando emozioni che, ritornando a casa, si porteranno  a lungo nel cuore.

Claudia Di Meglio

By | 2017-07-26T18:48:54+02:00 Luglio 2017|Destinazioni|